mercatino_croce_verde

Mercatino della Croce Verde Torino a sostegno dello ”sci per tutti”

TORINO 22 NOV.   Sabato 2 e domenica 3 dicembre, dalle ore 10.30 alle ore 19, con orario continuato, si svolgerà il mercatino di Natale della Croce Verde Torino, presso la sede di via Dorè 4. All’interno del mercatino, realizzato dalle Dame Patronesse della Croce Verde Torino, i visitatori potranno scoprire tante curiosità e trovare gli oggetti più diversi. Inoltre, un ampio spazio sarà dedicato anche al settore alimentare con confezioni regalo di dolcezze e ghiottonerie dai risi pregiati a polente e legumi, dai vasetti di gustosa caponata ai panettoni, cioccolatini, torcetti, amaretti, frutta secca e molto altro.

Il ricavato dell’iniziativa natalizia contribuirà a finanziare il progetto “SciAbile 2017/2018”, di SciAbile Onlus, il cui obiettivo è permettere a persone con varie tipologie di disabilità di avvicinarsi allo sci e allo snowboard in maniera completamente gratuita. Grazie all’aiuto e all’insegnamento di maestri qualificati i partecipanti potranno beneficiare di tutti gli effetti positivi dello sport in montagna.

Il trasferimento sulle piste da sci della Via Lattea, anche per anche per quest’anno, verrà effettuato con i pulmini messi a disposizione dalla Croce Verde Torino insieme al personale volontario.

La Croce Verde Torino aderente all’Anpas, Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze ha appena festeggiato i 110 anni di fondazione. Grazie ai suoi 1.356 volontari e 76 dipendenti effettua oltre 78mila servizi annui. Si tratta di trasporti in emergenza urgenza 118, prestazioni convenzionate con le Aziende sanitarie locali, assistenza sanitaria a eventi e manifestazioni sportive con una percorrenza di circa 1.280.000 chilometri. La Croce Verde Torino conta cinque sedi operative distaccate nei comuni di Alpignano, Borgaro-Caselle, Ciriè, San Mauro Torinese e Venaria Reale, dispone di 53 ambulanze, 3 mezzi attrezzati al trasporto disabili e 28 autoveicoli per servizi socio sanitari e di protezione civile. Dal 1907 insieme ai cittadini nello spirito di “Ci siamo sempre … Incontriamoci mai”.

Redazione

 

valsusa motor

Valsusa Motor Team festeggia i 15 anni di attività, tra sport e solidarietà

AVIGLIANA (TO) 7 MAR. –  Il Valsusa Motor Team ha festeggiato domenica scorsa i suoi 15 anni di attività con il tradizionale pranzo sociale al ristorante Hermitage di Avigliana. Nel corso dell’evento sono stati premiati gli equipaggi che si sono distinti nel campionato rally sociale. valsusa motor1Nell’occasione sono state tracciate le linee guida per l’attività del 2017, che vedrà la scuderia valsusina impegnata, oltre che nelle solite attività agonistiche, anche nell’organizzazione dell’ormai classico appuntamento di sport e solidarietà Motori Montani, giunto  alla 13° edizione.
All’evento hanno partecipato anche i rappresentanti del Lancia Delta One Club, che con il Valsusa Motor Team hanno ormai un sodalizio consolidato.

Risultati Campionato Sociale:

Piloti

1° Reynaud Michele

2° Sollier Marco

3° Pellissero Davide

Navigatori

1° Reynaud Tiziano

2° Didero Mattia

3° Bariani Luigi

 

Redazione

gruppo

Decine di roulotte dal Torinese ad Amatrice, il ‘miracolo’ di Cesare e i suoi amici

BRUINO (TO) 5 OTT  – Decine di roulotte in viaggio dal Piemonte e dal Nord Italia ad Amatrice per offrifre un ricovero sicuro alle tante persone ancora in difficoltà nelle zone terremotate. La bella niziativa di solidarietà nasce intorno al signor Cesare di Trana, già in prima linea come volontario durante il terremoto dell’Aquila: è bastato che un amico raccogliesse 500 euro per l’acquisto di una roulotte, per far ripartire una spirale virtuosa della solidarietà. Così, anche grazie all’aiuto di tanti altri amici, come i vicini di lavoro a Bruino Roberta e Gianluca, a poco a poco la raccolta di roulotte di Cesare per i terremotati di Amatrice è diventata inarrestabile. roulotte”Dopo aver avuto un contatto sul posto, grazie alla passione per la moto di Gianluca e Roberta – spiega Cesare – abbiamo strutturato una serie di viaggi per consegnare le roulotte che siamo riusciti a trovare. Alcuni mezzi sono stati comprati, altri regalati, fatto sta che dopo un primo viaggio con 3 roulotte, al secondo viaggio di due sabati fa i mezzi erano già 5 e il prossimo, che partirà venerdì, sarà ancora più consistente’. cesareGrazie alla onlus di Padova ‘Hopeful Giving’ , a cui Cesare e i suoi amici fanno riferimento per la regolarizzazione burocratica dei mezzi e il loro utilizzo sul posto, è stato trovato un campaggio di Lugano (Svizzera) in fase di chiusura, che ha deciso di regalare molti mezzi ai terremotati di Amatrice. ‘Alcune roulotte saranno caricate su un camion a rimorchio, – puntualizza Cesare – altre potranno essere trainate. Sono davvero felice che l’iniziativa abbia avuto un grande successo e questo grazie al buon cuore di tante persone comuni’. Cesare ha chiesto espressamente che non venissero riportati i cognomi delle persone coivolte nel progetto . ‘Non è una cosa nata per farsi pubblicità – precisa Cesare – ma solamente per aiutare chi ha davvero bisogno’. Domani, giovedì 6 ottobre, presso il Caffè Cavour in piazza Cavour a None (TO) è prevista una cena di solidarietà per raccogliere fondi a sostegno dell’acquisto e del trasporto delle roulotte ad Amatrice.

Redazione

motori m

Domenica a Susa ‘Motori Montani’, quando passione auto e solidarietà marciano insieme

SUSA 21 LUG – Domenica 24 Luglio 2016 si riaccendono i motori della, ormai tradizionale, manifestazione di sport e solidarietà “Motori Montani – Quando solidarietà e passione corrono insieme“. La manifestazione, giunta ormai alla 12° edizione, quest’anno propone grandi novità; sarà infatti ospitata nella struttura di “Motor Oasi Piemonte” a Susa e vedrà la partecipazione di un nutrito gruppo di vetture. Come nelle passate edizioni,  uno dei fini della manifestazione sarà quello di avvicinare, ovvero di far provare a ragazzi diversamente abili, le sensazioni e le emozioni della guida “sportiva” su un’auto da rally; sensazioni che, per ovvi motivi, sarebbero negate a tutti loro nella quotidianità. Ovviamente, trattandosi di una manifestazione a scopo sociale e non sportivo l’andatura sul “campo di gara” simulato è rigorosamente “turistica”. Ciò, però, nulla toglie all’emozione di salire su un’auto da gara. Come detto l’idea nasce nel 2005 e subito ha riscosso un grande successo a livello di partecipazione. L’associazione Audido di Alpignano, contattata a tal proposito, ha risposto con entusiasmo portando sul “campo di gara” un gran numero di “aspiranti navigatori”. Nel 2006, a seguito del successo della prima edizione, all’associazione Audio si è aggiunta l’associazione “Oasi” di Novara. Nel 2007, dopo le prime due edizioni, la manifestazione si è trasferita da Moncenisio a Gravere, una collocazione più ampia cha ha permesso di aumentare, fin da subito, il numero di auto presenti e il numero di partecipanti. Nel 2008 si sono aggiunte l’associazione “Famiglie e volontari per l’handicap” di Carmagnola, l’associazione “Casa decibel” di Pianezza ed un gruppo di disabili segnalati dal Conisa Valsusa. Nel 2009 abbiamo raggiunto un parco di 18 Vetture e oltre 300 partecipanti che hanno condiviso con noi la grande giornata che, come novità dell’anno, ha visto la somministrazione, altre al solito pranzo del mezzogiorno anche una “merenda sinoira” con opportuno sottofondo musicale. Nel 2010 alla manifestazione abbiamo aggiunto, durante la mattinata, il primo torneo di calcio “motori montani” dove ragazzi diversamente abili, ragazzi normodotati e piloti si sono sfidati su un campo “alternativo” a quello solito di gara. Nel 2011 la manifestazione si è svolta sempre presso il Comune di Gravere, mantenendo inalterato il consolidato programma rispetto all’edizione 2010, ha raggiunto la partecipazione di 24 vetture. In allegato trasmettiamo una breve rassegna stampa della giornata. Nel 2012 la manifestazione si è svolta con lo stesso format degli anni precedenti, raggiungendo le 28 vetture partecipanti. Nel 2013 ulteriore step evolutivo; sono state inserite una serie di novità che vanno dalla presenza di un simulatore di guida virtuale al simulatore di ribaltamento e urto frontale messi a disposizione da Motor Oasi Piemonte Nel 2014 la manifestazione passa a due giorni; grazie alla collaborazione del Gruppo Alpini di Giaveno il coinvolgimento delle associazioni di diversamente abili inizia dal sabato, con musica e intrattenimento, tendone per ospitalità da 200 posti che offre la possibilità di cenare in allegria Nel 2015 è stato ripetuto lo stesso format del 204, ovvero una “due giorni”, sempre coadiuvati dal Gruppo Alpini di Giaveno.
Il 2016 propone una serie di grandi novità; Motori Montani cambia volto, si trasferisce a Susa, presso l’impianto di Motor Oasi, per una giornata a “Tutto Motore”, dove i ragazzi delle associazioni diventeranno “navigatori per un giorno” a fianco dei piloti, su un tracciato ricavato all’interno della pista di guida sicura e gli accompagnatori / amici potranno dilettarsi con l’intrattenimento offerto dall’organizzazione. E’ prevista la partecipazione, in forma ufficiale, con un evento dedicato, del Lancia Delta One Club.  
Per tutte le info sulle edizioni precedenti esiste una pagina facebook “Motori Montani”. L’evento nasce sull’unione di intenti tra l’abilità e la professionalità dei piloti appartenenti alla scuderia “Valsusa Motor Team” e la genuina passione dei ragazzi diversamente abili (in maggioranza autistici e down) appartenenti alle associazioni coinvolte e la partecipazione del gruppo di volontari che, da sempre, organizza e coordina la giornata.

Redazione

ugi to-pa

Torino-Palermo in bici per i piccoli pazienti di casa Ugi, II edizione di ‘Pedalando per non dimenticare’

TORINO 8 MAG – La prossima settimana, domenica 15 maggio, partirà ufficialmente la seconda edizione di ‘Pedalando per non dimenticare’, una Torino-Palermo in bici a sostegno di Casa Ugi, l’associazione di volontari che assiste i genitori dei piccoli malati di tumore ricoverati per lunghe degenze in ospedale. ”Tutto nasce non sempre per caso – spiega l’ideatore e protagonista dell’iniziativa, Lorenzo Spanò – , avevo già fatto un bel viaggio da Torino a Palermo, percorrendo tutta la costa Tirrenica. Un viaggio importante, emozionante per abbracciare le tante persone che negli anni
ho accompagnato nel loro doloroso percorso qui a Torino. Sono passati ormai tre anni e oggi i ricordi e le emozioni sono sempre vive dentro di me, e allora eccomi pronto a ripartire per chiudere un percorso iniziato tre anni fa, un viaggio per mantenere vecchie promesse”. spano”Questa volta – spiega Spanò, volontario Ugi da tanti anni –  percorrendo tutta la costa Adriatica.Le motivazioni aumentano, perché per buona parte del viaggio mi farà compagnia papà Lamberto  Pozzati, questo è da sempre il nome con cui noi tutti volontari
lo chiamiamo, un ciclista,un papà che come me ha combattuto per sconfiggere la malattia
di suo figlio. Anche la sua una grande storia, piena di dolore e interrogativi ora risolti con la completa guarigione. Partiamo per questo viaggio con entusiasmo,energia e fiducia, saremo
sostenuti dal desiderio di rivedere tanti volti a noi cari. Un viaggio per ricordare,per dire
che nessuno dimentica quelle famiglie e il loro faticoso e doloroso percorso di malattia”. ”Dedicheremo questo viaggio alla memoria di chi non c’è più e di chi c’è ancora – conclude Spanò – e la caparbietà e il cuore ci porterà lontano, ogni pedalata sarà accompagnata da un ricordo,un emozione, così da Torino a Palermo e le tappe saranno tante: Vercelli,Cremona, Comacchio,Fano, Ascoli Piceno,Paglieta, Palazzo San Gervasio, Lecce,Taranto, Francavilla Marittima,Cetraro, Reggio Calabria,Torre Faro, Santa Maria la Stella, Calascibetta, Pietraperzia, Delia, Bagheria e Palermo, Genova, Bellissimi. Tutte tappe importanti, troveremo sempre qualcuno
ad aspettarci. La gioia di ritrovarsi sarà accompagnata dallo spirito che ancora oggi noi volontari,
con l’UGI dedichiamo a tutti i nostri piccoli malati e le loro famiglie. Un modo per dare visibilità alla
nostra Associazione, sostenerla e dargli la visibilità necessaria. Per tutto il viaggio semineremo
emozioni e ricordi, piccole parti di noi e dell’UGI, gesti che rimarranno nella memoria di tutti e nel nostro grande cuore”.

Redazione

 

 

turchia

Parigi, fischi in Turchia per minuto di silenzio vittime. I tifosi: ‘Allah è grande’

TORINO 17 NOV – Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa pochi minuti fa, i tifosi turchi hanno sonoramente fischiato e contestato, anche scandendo ‘Allahu akbar’, il minuto di silenzio osservato in onore delle vittime degli attentati di Parigi prima della partita Turchia-Grecia a Istanbul. Lo riferiscono media locali riportando il video in cui si sente la contestazione. Un sito segnala che, sebbene dai video disponibili sia “difficile” affermarlo, tweet riportano l’invocazione ad Allah scandita dai tifosi a Istanbul.
Redazione
gravere

Motori Montani 2015 a Gravere (TO): solidarietà e passione in Val Susa

GRAVERE (TO) – Inizia oggi a Gravere (TO) in Val Susa l’edizione 2015 della ‘Motori Montani’, kermesse motoristica all’insegna della solidarietà. Disputata per la prima volta nel 2005 a Moncenisio, ogni anno l’iniziativa organizzata dalla ‘Valsua Motor’ richiama centinaia di appasionati del mondo del rally e dei motori.  Come nel 2014, anche quest’anno la manifestazione si svilupperà su due giorni e l’organizzazione sarà supportata dal gruppo Alpini di Giaveno: buona cucina e ospitalità sono quindi assicurate. Fulcro della manifestazione rimane la possibilità per i ragazzi diversamente abili delle associazioni coinvolte, di essere “navigatori per un giorno” a fianco dei piloti del Valsusa Motor Team e delle scuderie amiche che, di anno in anno, si sono aggiunte alla compagine.

Redazione

wimm

Torino- Wimmelbach e ritorno, 2800km in bici per i piccoli malati di casa Ugi

TORINO 14 GIU – Il torinese Lorenzo Spanò colleziona un’altra impresa all’insegna della solidarietà per i piccoli malati di Casa UGI (Unione Genitori Italiani contro il tumore dei bambini) (www.ugi-torino.it). Dopo la prima avventura del 2013 Torino-Palermo  “Pedalando per non dimenticare”, fatta per visitare e rincontrare le tante famiglie che negli anni sono state ospiti della struttura di riferimento dei parenti dei degenti oncologici dell’ospedale infantile Regina Margherita, Lorenzo ha deciso di inforcare nuovamente la sua bicicletta il 1° giugno scorso in direzione Germania, a Wimmelbach.assegno Lì, ad attenderlo, c’era il suo caro amico Gerd: nonostante nessuno dei due parli la lingua dell’altro, il loro legame non è mai venuto meno. Gerd, da sindaco di  Wimmelbach, per il suo ultimo compleanno ha organizzato una raccolta fondi nel proprio paese, cercando di trasmettere il messaggio dell’UGI ai suoi concittadini, i quali hanno risposto con grande umanità. Lorenzo ha terminato da pochi giorni la sua grande impresa, macinando ben 2800 km in solitaria in soli 10 giorni. Molti sono stati gli incontri lungo la strada che hanno reso ancora più bella un’esperienza indimenticabile. ‘Ho voluto dare risalto con questo viaggio al grande lavoro e alle tante storie che stanno dietro a Casa Ugi – spiega Lorenzo Spanò – ricordando anche come sia possibile sostenere l’associazione attraverso il 5×1000’.

Redazione

bardo

Strage di Tunisi, in Comune la solidarietà della comunità tunisina di Torino

TORINO 18 MAR – Solidarietà ai dipendenti Comunali di Torino è stata espressa da Fausi Haj-Sassi, portavoce della comunità tunisina nel capoluogo piemontese, che si è recato questa sera in Municipio. “E’ un episodio strano per la Tunisia – ha detto al termine dell’incontro in Comune – che è sempre stata un Paese tranquillo. La gente è uscita per strada per condannare quel che è successo, perché da noi siamo sempre stati moderati.”

Redazione