cinofili

Controlli di Polizia a San Salvario: 5 stranieri espulsi e rinvenuta droga

TORINO 12 LUG. – I controlli effettuati nei giorni scorsi in uno stabile di piazza Madama Cristina da parte delle Forze dell’Ordine ha portato all’espulsione di 5 stranieri non in regola con l’Ufficio immigrazione. L’operazione è stata condotta dal personale del Commissariato Barriera Nizza, insieme ad agenti dell’Ufficio Immigrazione, della Polizia Scientifica e del Reparto Prevenzione Crimine, in collaborazione con personale della Polizia Municipale hanno controllato.  Nel corso del controllo, 11 persone in totale sono state accompagnate presso gli uffici di Polizia e, a seguito di accertamenti, per altre cinque persone è scattata la denuncia per falsa attestazione dell’identità personale. Nel corso del controllo, le unità cinofile hanno rinvenuto sostanza stupefacente all’interno di alcuni mobili collocati sul balcone attiguo agli alloggi controllati.

Redazione

cinofili

Cani antidroga protagonisti nel blitz notturno a San Salvario

TORINO 20 MAG – Cani antidroga protagonisti la scorsa notte nel blitz delle Forze dell’Ordine  nel quartiere torinese di San Salvario, nel cuore della movida. Poliziotti, Carabinieri e Guardia di Finanza hanno controllato diverse attività nell’area di via Berthollet. Decine di persone sono state identificate e fermate:  grazie ai cani Eddie e Kira, le forze di polizia hanno recuperato diverse dosi di eroina e cocaina, alcune nascoste anche sotto le auto e sotto i cassonetti della spazzatura. Durante l’operazione alcune vie sono state temporaneamente chiuse al traffico.

Redazione

whatsapp

Droga, anche a minorenni, via Whatsapp: arrestato extracomunitario in San Salvario

TORINO 9 GEN – Nonostante la giovane età, aveva organizzato un grosso giro di spaccio, accordandosi coi i clienti su Whatsapp per lo scambio di droga. Protagonista della vicenda un pusher extracomunitario di 20 anni, che è stato arrestato la sera dell’Epifania dai Carabinieri della Compagnia San Carlo: nel blitz sequestrate 40 dosi di droga tra cocaina, crack, eroina e hashish.
Lo straniero prendeva le ordinazioni via cellulare e lasciava le dosi in un luogo prestabilito con gli acquirenti, spesso minorenni, tra via Berthollet e via Saluzzo, nel quartiere di San Salvario.

Redazione

polizia

San Salvario, due agenti fuori servizio bloccano ladro marocchino dopo scippo

TORINO 20 OTT . Ha scippato due giovani del cellulare in San Salvario, ma è stato bloccato da due agenti di Polizia fuori servizio. Protagonista del crimine un marocchino 22enne, che poco prima dell’una di notte in via Nizza ha visto due ragazzi che visionavano delle foto sul cellulare e glielo ha rubato: preos lo smartphone, lo straniero è fuggito percorrendo via Saluzzo. La vittima e il suo amico hanno inseguito il ladro sebbene siano stati ostacolati da una quarta persona presente sul posto ma rimasta ignota. Due poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Torino, liberi dal servizio, hanno visto il fuggitivo e si sono uniti agli inseguitori. Gli agenti sono riusciti a bloccare l’uomo e la vittima è rientrata in possesso del suo cellulare. Il ventiduenne marocchino, con precedenti di polizia, è stato arrestato per furto con strappo.

Redazione

polizia

Localizza con l’app il cellulare rubato, due romeni arrestati a San Salvario (TO)

TORINO 20 MAG – La scorsa sera due volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono state inviate, dalla Centrale Operativa del 113 per un intervento in via Galliari, dove alcuni ragazzi stavano inseguendo due autori di furto. La vittima una ragazza di 20 anni: la giovane, mentre faceva rientro dall’Università in compagnia di alcuni amici, a bordo del tram linea 4, ha notato un soggetto avvicinarsi, ma distratta dalla calca di persone presente sul mezzo pubblico non ha prestato attenzione ai movimenti dell’uomo. La donna solo una volta scesa dal tram si è accorta che le avevano sottratto il telefono cellulare dallo zaino. Grazie all’applicazione attivata sullo smartphone, “trova il mio telefono”, l’amico ha subito localizzato l’attuale posizione del telefono cellulare, era a soli pochi metri da loro. Individuati i due soggetti, li hanno seguiti in attesa dell’arrivo della Polizia. I ragazzi hanno notato i due uomini entrare all’interno di un bar e cedere il telefono cellulare, dopo aver sottratto e gettato la sim card in un cestino dell’immondizia, ad un terzo uomo, per poi allontanarsi a piedi in direzione via Madama Cristina. I poliziotti, giunti sul posto, hanno arrestato i due cittadini rumeni, rispettivamente di 35 e 47 anni, per il reato di furto aggravato in concorso e denunciato il terzo uomo, un cittadino cinese di 22 anni, per il reato di favoreggiamento. A carico dei due soggetti di origine rumena, diversi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio.

Redazione

polizia

Spaccio nei quartieri di Torino, 3 senegalesi arrestati dalla Polizia

TORINO 17 MAR – Sono tre i senegalesi arrestati dalla Polizia di Torino in due distinte operazioni contro lo spaccio di droga. Il primo intervento è avvenuto nel quartiere Aeronautica, dove due pusher a bordo di un’auto avevano appena ceduto cocaina a un cliente. Il secondo intervento nel quartiere  San Salvario, dove lo spacciatore ha venduto cocaina a un ragazzo in strada.

Redazione

gun1

Furti nel torinese, la banda albanese dell’Audi TT aveva un arsenale

TORINO 1 MAR – Un vero e proprio arsenale di fucili e pistole quello che aveva a disposizione la banda di ladri della Audi TT bianca, colpevole di numerosi furti in abitazione sulla provincia di Torino. I carabinieri hanno ritrovato le armi, tutte rubate nei vari furti in un casolare abbandonato nelle campagne di frazione Tetti Rolle a Nichelino.  Mancano ancora all’appello una dozzina di pistole di cui è stata presentata la denuncia di furto. La maggior parte delle armi, era stata rubata lo scorso 17 novembre in un appartamento di un appassionato in cui era stata sradicata la cassaforte che le conteneva. I quattro arrestati , tutti albanesi, hanno età comprese tra 25 e 30 anni. La loro base logistica era un appartamento a Torino, nel quartiere San Salvario, contratto non registrato. La banda era solita uscire di casa con due auto ‘pulite’ e poi separarsi. Una volta raggiunto un parcheggio isolato nel quartiere Mirafiori, salivano sull’Audi, rubata a Giaveno, e andavano a razziare appartamenti in tutto il Piemonte.21 colpi (18 furti e 3 rapine) commessi in Piemonte. Molti i comuni ‘razziati’, tra cui Rivalta, Bruino, Piossasco, Bricherasio, Luserna e Volvera. In alcune occasioni la vettura è stata seguita senza successo  dalla polizia stradale in tangenziale, con velocità folli, oltre i 250 chilometri l’ora.

Redazione

sardinia

 

volante cc

Senegalese semina il panico a San Salvario armato di uno spiedo per polli

TORINO 30 LUG – Ha provato a rapinare del portafoglio un peruviano seduto in un dehors di un bar a San Salvario armato di uno spiedo per polli. Per questo motivo un  senegalese di 32 anni è stato arrestato dai Carabinieri. L’africano ha tentato la fuga in bicicletta dopo aver  minacciato decine di passanti con l’arma impropria per tentare di assicurarsi la fuga. I militari lo hanno però intercettato ed arrestato.

Redazione

Foto Marina Militare

Torino, tunisino bastona profugo nigeriano e in ospedale salta fuori la cocaina

TORINO 22 GIU – Un tunisino di 48 anni è stato arrestato nel quartiere San Salvario di Torino per aver bastonato  un giovane nigeriano con lo scopo di rubargli il cellulare: ricoverato all’ospedale Gradenigo, addosso alla vittima sono state trovate due dosi di cocaina. Il nigeriano è un richiedente asilo politico di 24 anni ed ora è stato segnalato per consumo personale di droga.

Redazione

movida

Aggrediscono con bottiglia rotta un giovane a San Salvario, in manette 2 marocchini

TORINO 13 GIU – Due due marocchini di 19 e 24 anni sono stati rrestati dalla Polizia di Torino con l’accusa di aver tentato una rapina ai danni di un giovane nel quartiere della ‘movida’ torinese San Salvario. Non nuovi ad episodi del genere, i due delinquenti hanno minacciato il giovane brandendo una bottiglia rotta e poi lo hanno malmenato per strappargli il telefono cellulare: il malcapitato è riuscito però a resistere all’aggressione e, grazie anche all’intervento di alcuni passanti, ha messo in fuga i rapinatori.

Redazione