polizia

Furto da 7 milioni a ricca ereditiera torinese, restituita parte della refurtiva

TORINO 22 MAG – Nel settembre 2015 le furono sottratte dalla propria abitazione di via Giolitti, insieme ad altri preziosi, una statuetta e una collana per un valore di 7 milioni di euro: oggi, la ricca ereditiera di Torino, ha potuto riavere i preziosi oggetti presso il Tribunale. La donna ha riconosciuto il suo girocollo, una collier in argento, oro e pietre, e la testa di una statuetta indiana, arredo in libreria. “Quest’ultima – ha spiegato la vittima – non l’avevo denunciata, perché, sul momento, mi ero soffermata sui gioielli che mancavano”. La collana e la statuetta sono state ritrovate in Lombardia, lungo il muro del cimitero dell’abbazia di Chiaravalle, grazie alle indicazioni di uno dei quattro imputati, un albanese 42enne che aveva segnalato alla Polizia il punto in cui scavare. Il resto del bottino, che sarebbe stato speso forse per ripianare dei debiti, non è stato ritrovato. “Sono dispiaciuto che il rubino non sia stato trovato – ha sostenuto oggi in Tribunale Zef Zefi, uno dei ladri della banda – e sono certo di non averlo venduto, perché era una ‘fregatura”: mi hanno offerto 80 euro a carato e quindi ho lasciato perdere”. La vittima della rapina, una ricca ereditiera, ha spiegato di aver comperato l’anello, un rubino rosso da 14 carati, con montatura interna in oro ed esterna in acciaio, in una gioielleria torinese.
Redazione
sestriere

Ladri di snowboard sulle piste del Sestriere, due denunce

TORINO 27 DIC – Avevano preso di mira il bar della scuola di sci  a Sestriere per rubare le tavole da snowboard lasciate incustodite dai clienti. Due torinesi di 23 e 30 anni sono stati scoperti dai carabinieri in servizio sulle piste da sci e denunciati. Ad avvertire i militari dell’Arma è stata una giovane vittima di un furto: la ragazza aveva notato prima i ladri aggirarsi vicino alla rastrelliera e poi notato nel bagagliaio della loro macchina numerose tavole. La refurtiva, compresi gli ultimi due snowboard rubati, ammonta a circa 1.200 euro: tutti gli snowboard sono stati restituiti ai legittimi proprietari. I due giovani sono stati denunciati.

Redazione

polizia

Furti alle auto dei ‘granata’ allo Stadio Olimpico, preso l’autore della razzia

TORINO 11 APR – Ha rotto i finestrini di 12 auto di tifosi granata che stavano seguendo la partita di calcio Torino-Atalanta allo Stadio Olimpico, facendo razzia di tutto quanto contenuto. Il topo d’auto, un italiano di 44 anni, è stato però sorpreso e arrestato dalla Polizia che lo ha scovato mentre provava a nascondersi sotto un veicolo parcheggiato. Gli agenti hanno anche avvisato le vittime dei furti posizionando avvisi sulle auto danneggiate in modo che sporgessero denuncia e potessero recuperare i loro averi tutti recuperati.

Redazione

polizia

Controlli in Barriera di Milano, la Polizia arresta per rapina due marocchini

TORINO 12 GEN – Grazie ai controlli nel quartiere Barriera Milano, volto a contrastare i fenomeni di criminalità predatoria nella zona di corso Palermo e piazza Bottesini,  la Polizia è riuscita ad arrestare  due marocchini responsabili di una rapina. I due immigrati di 22 e 25 anni, il 7 gennaio scorso avevano derubato con un coltello un ragazzo di 15 anni. A casa del 22 enne, gli agenti hanno trovato un navigatore satellitare, alcuni telefoni cellulari, un orologio marca Gucci, 15 grammi di Hashish, 245 euro ed una bicicletta To Bike appartenente al Comune di Torino, il tutto di provenienza furtiva. Ora i due giovani dovranno rispondere di rapina in concorso. Inoltre, il 22 enne è stato denunciato anche per i reati di ricettazione e detenzione di sostanza stupefacente.

 

Redazione

poliz

Incrocia i ladri sulla porta e chiama il 113: presi due giovani in via Pastrengo (Crocetta)

TORINO 7 GEN – Appena ha visto delle persone uscire dal suo appartamento in via Pastrengo e fuggire giù dalle scale, ha immediatamente chiamato la Polizia. Quando gli agenti della Squadra Volante sono giunti sul posto hanno trovato una giovane donna e un minore di 14 anni ancora nel cortile condominiale. In uno dei contenitori per il recupero della carta gli agenti hanno ritrovato parte della refurtiva trafugata dall’alloggio e li hanno restituiti alla legittima proprietaria. Per la ventenne è scattato l’arresto per furto aggravato in concorso con persona non imputabile.

Redazione