prigione

‘Rom’ evade e abbandona la figlia: causò omicidio stradale con un camper

TORINO 19 GIU – Qualche settimana fa, alla guida di un camper senza patente, provocò un incidente mortale. Oggi, la nomade  Laura Sulejmanovic di 22 anni, in carcere per omicidio stradale e omissione di soccorso , è evasa dalla sezione Icam – le case per mamme detenute con attenuata sorveglianza – del carcere di Torino. La donna ha abbandonato nella struttura la figlia di pochi mesi. A renderlo noto l’Osapp, organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria.
“Se non la trovano prima, andiamo a prenderla noi stanotte”, hanno dichiarato i parenti di Oreste Giagnotto, l’uomo morto nell’incidente stradale provocato dalla zingara, che hanno saputo dell’evasione mentre partecipavano ad una manifestazione contro i campi nomadi.

Redazione

(Repertorio)

Si schianta ubriaco e muore la moglie: moldavo arrestato per omicidio stradale

CUNEO 10 APR – Ieri sera si è schiantato ubriaco contro un muretto a Barge al volante di una Toyota Rav 4 con a bordo la sua famiglia: la moglie è morta e miracolosamente illesi i due figli sui sedili posteriori. Ha passato la prima notte in carcere con l’accusa di omicidio stradale il 42 moldavo  Ruslan Stirbu. Lo schianto è avvenuto in via Moschetti, nei pressi del palazzetto dello sport di Barge. La vittima Natalia Stirbu, 41 anni, è morta sul colpo. Sottoposto all’etilometro, il marito aveva nel sangue un tasso alcolemico di 1.8, più di tre volte il consentito dalla legge. Inevitabile l’arresto per omicidio stradale in base alla nuova legge.

Redazione