prigione

‘Rom’ evade e abbandona la figlia: causò omicidio stradale con un camper

TORINO 19 GIU – Qualche settimana fa, alla guida di un camper senza patente, provocò un incidente mortale. Oggi, la nomade  Laura Sulejmanovic di 22 anni, in carcere per omicidio stradale e omissione di soccorso , è evasa dalla sezione Icam – le case per mamme detenute con attenuata sorveglianza – del carcere di Torino. La donna ha abbandonato nella struttura la figlia di pochi mesi. A renderlo noto l’Osapp, organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria.
“Se non la trovano prima, andiamo a prenderla noi stanotte”, hanno dichiarato i parenti di Oreste Giagnotto, l’uomo morto nell’incidente stradale provocato dalla zingara, che hanno saputo dell’evasione mentre partecipavano ad una manifestazione contro i campi nomadi.

Redazione

poliz

Truffava gli anziani fingendosi vigile, nomade in manette. Sequestrati beni per quasi 500mila euro

TORINO 6 NOV – Truffava gli anziani fingendosi vigile urbano. L’autore del crimine è un nomade di 55 anni residente a Nichelino (TO), che è stato arrestato dalla Polizia. A smascherarlo le telecamere installate dai famigliari di una sua vittima. Per ora sono due gli episodi contestati all’uomo, ma è probabile che sia  autore di altri colpi ai danni di anziani torinesi. Al nomade  sono stati sequestrati 80mila euro in contanti, veicoli e conti correnti per 350mila euro e numerosi gioielli. L’uomo possedeva anche un camper, venduto in Francia.

Redazione


TEMPO-LIBERO-COLMAR

municipale

Torino, ‘rom’ sperona auto dei vigili e ne manda uno all’ospedale

TORINO 14 OTT – Ignora l’alt perché senza patente e sperona una vettura dei vigili, mandandone uno all’ospedale. Autore della temeraria ‘impresa’ un nomade romeno di 43 anni. L’uomo, che è proprietario dell’Alfa 156 speronatrice, non risiede in nessun campo nomadi della città. Il rom è stato arrestato con le accuse di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L’agente ferito è stato trasportato all’ospedale Giovanni Bosco. L’episodio è avvenuto nella zona nord di Torino, dove l’investitore, è stato rintracciato dopo una breve fuga, poco distante dal luogo dell’incidente.

Redazione

municipale

Campo nomadi Lungo Stura (TO), già in libertà il ‘rom’ che aggredì i 3 vigili urbani

TORINO 1 OTT – Solo due giorni fa aggredì 3 vigili urbani al campo nomadi abusivo di Lungo Stura Lazio e oggi è già in libertà. Il rom di 25 anni, che il 29 settembre si avventò sui ‘civich’ mentre questi parlavano con sua madre, è stato scarcerato dal giudice Alfredo Robledo, che ha disposto il solo obbligo di firma. La difesa del ‘nomade’ ha inoltre sollevato un problema: il completamento dello sgombero del campo nomadi di Lungo Stura Lazio a Torino, in corso in questi giorni, potrebbe compromettere lo svolgimento di un processo. La causa è stata aggiornata al 21 ottobre ma l’avvocatoGianluca Vitale ha fatto presente che nel frattempo lo sgombero potrebbe disperdere tutti i testimoni utili per chiarire come si sono svolti i fatti. Nel corso del procedimento è emerso che uno dei tre agenti avrebbe estratto la pistola.

Redazione

 

lungo-stura-lazio

Nomade ‘per bene’ menata dagli ex vicini del campo rom di Moncalieri

TORINO 7 MAG – La sua colpa quella di condurre una vita normale, come tutti gli altri cittadini. Per questo motivo una donna nomade è stata picchiata e derubata alla fermata dall’autobus da suoi ex vicini del  campo rom di Moncalieri. La donna, che da qualche tempo lavora come operaia e abita in una casa con tutta la sua famiglia, ha sporto denuncia ai Carabinieri, che sono riusciti ad arrestare uno degli aggressori, di 42 anni, e denunciare la moglie. Si cerca il terzo complice.

Redazione

volante cc

La badante italiana ruba, quella romena fa arrestare una ladra ‘rom’

TORINO 14 FEB – Due fatti di cronaca distinti, ma entrambi hanno come  protagoniste delle badanti. La prima badante, a Grugliasco (TO), ha rubato 5mila euro all’anziana non autosufficiente che doveva assistere,  prelevando illecitamente somme col suo  bancomat. La  badante, un’italiana di 40 anni residente ad Alpignano, è stata denunciata dai Carabinieri per circonvenzione di incapace. La donna è stata colta sul fatto a Grugliasco, dove abita la vittima, dopo le segnalazioni degli ammanchi da parte dei familiari. La seconda badante, questa volta di origine romena, si è distinta invece  per aver fatto arrestare la nomade che l’aveva derubata mentre stava assistendo un anziano in una casa di riposo di Alba (CN). Dopo aver sorpreso la ladra con le mani nella sua  borsa, la badante romena ha avuto il coraggio di inseguirla e, dopo una breve colluttazione, è riuscita a fermarla fino all’arrivo dei Carabinieri. La zingara, 55enne pregiudicata, è finita in carcere a Torino con l’accusa di rapina.

Redazione

volante cc

Nomade uccide la moglie a bastonate e fugge in bus:caccia all’uomo a Torino

TORINO, 9 FEB – Orrendo delitto tra nomadi alle porte di Torino: una donna di 26 anni è stata uccisa a bastonate  dal marito in un capannone abbandonato a Moncalieri. L’uomo e’ ricercato dai Carabinieri,che hanno istituito posti di blocco in tutta Torino. Pare che l’uomo,dopo l’omicidio,abbia preso l’autobus 45 e sia sceso in piazza Carducci.  I militari dell’Arma hanno trovato l’arma del delitto:un ramo d’albero‎.
 
Redazione‎
Campo zingari del torinese (repertorio)

Nomade non si ferma all’alt dei vigili, paura per le strade di Torino Nord

TORINO  27 GEN – Non si ferma a posto di blocco della Polizia Municipale nella zona nord di  Torino e ne scaturisce un pericoloso inseguimento. Protagonista dell’accaduto un  nomade romeno di 23 anni che, a bordo di una Renault Clio rubata, ha tentato la fuga di fronte ai vigili. Il malvivente è stato arrestato dopo avere urtato alcune auto parcheggiate e aver tentato una fuga a piedi. Nell’auto gli agenti hanno trovato droga e cavi di rame, molto probabilmente rubati. 

Redazione

polizia

Polizia arresta nomade ‘record man’ di rapine ai distributori del torinese

TORINO 22 GEN – Arrestato dalla Polizia il ‘record man’ delle rapine ai distributori di benzina del torinese: è un nomade italiano di 36 anni e in  due anni avrebbe rapinato almeno 26 distributori . Sempre la stessa la tecnica utilizzata: parcheggiata la moto vicino al distributore in orario di chiusura ,  puntava la pistola contro il gestore per farsi consegnare l’incasso della giornata. In caso di resistenza del benzinaio, gli scaricava addosso una bomboletta di spray urticante. In un’occasione ha anche sparato tre colpi di pistola senza ferire.

Redazione

Campo zingari del torinese (repertorio)

Beccato lo zingaro ‘piemontese’ re degli assegni falsi per auto usate

TORINO  3 GEN – Si ferma a 13 truffe la brillante carriera dello  zingaro ‘piemontese’ Yuri S., 29 anni, re degli assegni falsi e delle auto usate.  A fermarlo, l’inchiesta condotta dal pm Antonio Rinaudo della procura di Torino, insieme alla polizia municipale di Moncalieri e alla Polizia stradale. Il truffatore, nomade sinto,  era solito pagare con assegni circolari fasulli le auto usate messe in vendita da privati con annunci sul web. Una volta messe le mani sulle vetture, il delinquente  riusciva a rivenderle in poco tempo. Le vittime, invece,  avevano bisogno di qualche giorno per scoprire il raggiro. Lo scaltro nomade fissava del resto di proposito gli ppuntamenti di venerdì pomeriggio, a banche chiuse.  In sei mesi di ‘duro lavoro’ lo zingaro è riuscito ad incassare un totale di 150 mila euro.

Redazione