sestriere

Ladri di snowboard sulle piste del Sestriere, due denunce

TORINO 27 DIC – Avevano preso di mira il bar della scuola di sci  a Sestriere per rubare le tavole da snowboard lasciate incustodite dai clienti. Due torinesi di 23 e 30 anni sono stati scoperti dai carabinieri in servizio sulle piste da sci e denunciati. Ad avvertire i militari dell’Arma è stata una giovane vittima di un furto: la ragazza aveva notato prima i ladri aggirarsi vicino alla rastrelliera e poi notato nel bagagliaio della loro macchina numerose tavole. La refurtiva, compresi gli ultimi due snowboard rubati, ammonta a circa 1.200 euro: tutti gli snowboard sono stati restituiti ai legittimi proprietari. I due giovani sono stati denunciati.

Redazione

volante cc

Ripuliscono una casa a Tortona, ma i CC li bloccano sul regionale per Milano

TORTONA (AL) 25 MAR – Dopo aver rubato in una casa di Tortona, tre ladri albanesi sono stati arrestati sul treno regionale per Milano, grazie a due telefonate al 112: la prima di un residente in via Saccaggi che aveva visto tre stranieri saltare da un terrazzo all’altro; la seconda della vittima del furto. I militari dell’Arma hanno arrestato i ‘pendolari del furto’ sul convoglio: hanno tra i 22 e i 24 anni e erano già noti alle forze dell’ordine. Con loro avevano la refurtiva presa dalla casa di Tortona.

Redazione

cc auto

Sorpresi mentre rubano in chiesa, arrestati due pluripregiudicati a San Damiano d’Asti

ASTI 25 MAR – Probabilmente pensavano ad un colpo facile, senza troppi rischi, ed invece i Carabinieri li hanno sorpresi in flagranza all’interno del locale caldaie della chiesa che volevano depredare. Il fatto è accaduto nella notte a San Damiano d’Asti ed i due ladri, pluripregiudicati di 31 e 32 anni, sono stati arrestati. I due avevano anche tentato di scardinare una grata per introdursi nella vicina abitazione della donna. I militari hanno sequestrato uno zaino contente numerosi arnesi per lo scasso.

Redazione

volante cc

Rubano un Ipad e si fanno un selfie, denunciati 2 albanesi a Tortona (AL)

TORTONA (AL) 24 MAR – La vanità fa brutti scherzi, ne sanno qualcosa due ladri albanesi, che per un selfie di troppo con l’ipad rubato sono stati scoperti dai Carabinieri. I due malviventi, già noti alle Forze dell’Ordine, si introdussero nella casa di un 50enne di Tortona l’8 marzo scorso, rubando monili in oro, uno smartphone e un l’ipad. Dopo aver fatto denuncia, l’uomo derubato ha guardato le proprie foto tra i file condivisi con l’ipad e ha trovato un selfie fatto la sera stessa del furto dai ladri. In breve tempo, mostrata la fotografia in caserma, i militari dell’Arma sono risaliti ai due albanesi residenti nel milanese e li hanno denunciati per ricettazione.

Redazione

cc 1

Ladri con le mute da sub: arrestati 3 romeni, ma già liberi

VALENZA (AL) 21 MAR – Già noti alle Forze dell’Ordine per furto, questa volta 2 ladri rumeni hanno superato la più fervida immaginazione, indossando mute da sub per cercare di mettere a segno il loro furto. Con questo abbigliamento a dir poco bizzarro, i due si sono sdraiati nell’auto guidata da un connazionale loro complice e hanno sperato in una facile fuga: ‘l’allegra combriccola’ non è riuscita però a passare  un posto di controllo  dei Carabinieri a Valenza Po e sono stati arrestati. Sulla vettura sono state trovate bottiglie di superalcolici, 47 pezzi di formaggio, 2 giubbotti di marca ma nessun scontrino che ne attestasse l’acquisto. I tre 3 romeni – di 30, 24 e 21 anni, domiciliati nel Torinese –  avevano rubato in un discount alimentare pagando solo bibite e patatine per pochi euro. Sono stati arrestati per furto aggravato. Processati per direttissima, il 24enne e il 21enne sono stati condannati a 8 mesi di reclusione; per il 30enne udienza rinviata. Tutti sono stati rimessi in libertà. Sequestrate le mute da sub e l’auto.

Redazione

volante cc

Furto sventato a Sommariva (CN), inseguimento da film tra ladri e CC

BRA (CUNEO) 12 MAR – I carabinieri di Sommariva Bosco, nel Cuneese, hanno sventato un furto ai danni di un noto negozio di abbigliamento, recuperando refurtiva per circa 14 mila euro. Il mezzo per compiere il colpo è risultato essere un furgone rubato alcuni giorni prima a Sciolze, nel Torinese.  Graze al sistema di allarme della ditta, i militari dell’Arma sono riusciti ad internvenire subito: nel corso dell’inseguimento, nel cuore della notte, i due ladri a bordo del furgone rubato, hanno cercato di seminare i Carabinieri svuotando lungo la strada il contenuto di un estintore in polvere. Ormai braccati e senza possibilità di sfuggire, i ladri  hanno imboccato una strada in mezzo ai campi, dove hanno abbandonato il mezzo e la refurtiva. I malviventi sono fuggiti a piedi facendo perdere le loro tracce.

Redazione

polizia

Inseguimento da film a Torino, in manette due ladri romeni

TORINO  4 MAR – Scoperti a rubare in una tabaccheria, due romeni di 25 e 30 anni sono fuggiti nella notte per le vie di Torino cercando di seminare la Polizia scaricando un’estintore a polvere contro una volante allo scopo di creare una improbabile cortina fumogena.  I due, alla fine di un inseguimento di 7 km, sono stati arrestati in borgata Campidoglio, mentre altri due sono in corso di identificazione. Il 30enne arrestato, Lucian Cojocaru, era già noto alle Forze dell’Ordine, perché ferito in una sparatotoria in zona Pozzo Strada nell’agosto 2013. Il tentato furto è avvenuto in via Rieti, in zona Aeronautica. La banda era a bordo di una Range Rover risultata rubata 20 giorni fa in una concessionaria di Vercelli. Il proprietario della tabaccheria aveva allestito una piccola camera da letto nel retro del locale proprio per scongiurare furti. La notte del colpo, però, si trovava a casa. La serranda dell’esercizio è stata sradicata dai ladri che l’avevano agganciata con una corda alla vettura.

Redazione

sardinia

polizia

Furti nelle aziende ad Asti, ieri sera rubati 2 mila contatori

ASTI 2 MAR – Continuano i furti nelle aziende dell’astigiano: la scorsa notte alcuni malviventi hanno rubato tre bancali di contatori dell’acqua a una ditta della zona industriale Est di Asti. Oltre duemila in tutto i pezzi rubati. I ladri avrebbero agito indisturbati. Il valore della merce non è stato quantificato. Sul fatto sta indagando la Polizia di Asti. Intanto le Forze dell’Ordine cercano altri ladri che, lunedì notte, hanno forzato uno degli ingressi della ditta La.Me.G. di Revigliasco d’Asti e hanno rubato oltre 200 chilogrammi di componenti metallici per la lavorazione del ferro. A sporgere denuncia, lo stesso titolare della ditta.

Redazione

sardinia

polizia

Furti ad Asti, rubati 15 quadri del Seicento da villa

ASTI 27 FEB – Altro furto ieri pomeriggio nell’astigiano: a farne le spese questa volta  15 quadri del Seicento e argenteria preziosa, rubati da una villetta della zona residenziale della città di Asti. I ladri si sarebbero introdotti nella casa passando dal garage, quando nell’abitazione non c’era nessuno. Le indagini sono condotte dalla Polizia di Asti.

Redazione

 

sardinia

whatsapp

Esasperata dai furti, Valdellatorre si affida a Whatsapp e alle ronde

TORINO 6 FEB – La misura è colma. A pensarla così è ormai la maggioranza dei Valtorresi, esasperata da un’escalation di furti nelle case che da oltre un anno non si è mai arrestata. Anche alcune borgate dove non si erano mai verificati furti in passato, da qualche tempo sono nel mirino dei ladri, che non si preoccupano in molti casi neppure della presenza dei proprietari. Attraverso il passaparola, molti cittadini di Valdellatorre hanno così deciso di dar vita a gruppi su Whatsapp, borgata per borgata, per una rete attiva di sorveglianza che possa segnalare in tempo reale movimenti o persone sospette. Questa semplice strategia complicherà non poco l’azione dei malintenzionati, che finora hanno potuto giocare sull’effetto sorpresa, soprattutto nelle zone più isolate: grazie a Whatsapp potenzialmente tutti, in tempo reale, potranno avvertire o essere avvertiti dai vicini della presenza di ladri. E in un paese dalla storica vocazione venatoria, non è da escludere che prima o poi ci scappi anche qualche fucilata.

La scorsa sera il Comune ha organizzato una riunione sul tema sicurezza, ma molti cittadini ancora lamentano la mancanza di una strategia precisa e concreta sull’emergenza. Da qui la nascita dei gruppi su Whatsapp e l’organizzazione in alcune borgate di vere e proprie ronde notturne. I ladri sono avvisati.

Redazione