(foto Giacomo Moscarola)

Emergenza incendi senza fine in Piemonte : 220 interventi da inizio anno

TORINO 5 FEB – Complice la lunga siccità, questo inizio 2016 in Piemonte rischia di diventare il peggiore di tutti i tempi per quanto riguarda gli incendi.  Gli interventi effettuati contro gli incendi boschivi sono stati già circa 220, con il coinvolgimento di oltre 1.100 Volontari del Corpo AIB Piemonte e circa 320 automezzi. Nella sola giornata di ieri, 4 febbraio, le squadre antincendio sono state impegnate su numerosi fronti nelle province di Cuneo (Bagnolo, Sampeyre), Torino (Lessolo), VCO (val Vigezzo) Vercelli (Varallo Sesia). Oltre 30 interventi, con l’impegno di oltre 320 volontari e l’utilizzo di 100 automezzi. La Regione Piemonte sottolinea che permane sulla regione lo stato di “massima pericolosità” e ricorda che l’incendio boschivo è un reato punito dal Codice penale e chi lo provoca, anche per colpa, si rischia da uno a cinque anni di carcere. Da domani, con l’arrivo delle piogge, la situazione dovrebbe migliorare.

Redazione

3

Incendi boschivi, la Protezione civile: ‘Massima pericolosità in tutto il Piemonte’

TORINO 10 NOV – Complice l’assenza di piogge e le alte temperature delle ultime settimane, in Piemonte è scattato l’allarme incendi boschivi. La Protezione Civile regionale ha dichiarato lo stato di “massima pericolosità”.I primi roghi si sono già sviluppati oggi nelle valli torinesi di Lanzo e del Canavese, e nel Cuneese. Sono impegnati uomini e mezzi del Corpo Forestale e Volontari Aib, elicotteri regionali e due aerei Canadair.

Redazione

valle2

Incendi sui monti di Valdellatorre: probabile origine dolosa,spento un secondo rogo

VALDELLATORRE (TO) 9 APR – Bruciano ancora le montagne sopra Valdellatorre e tutto lascia supporre che si tratti di incendi dolosi: intorno alle ore 15.30, infatti, si è sviluppato un secondo piccolo focolaio anche sulle montagne del versante sud-ovest, ad almeno 4 km di distanza dal rogo principale. Il secondo incendio è stato fortunatamente domato dall’elicottero della Regione nel giro di una ventina di minuti; nel frattempo il fronte di fuoco principale sulle alture a nord est è stato sorvolato più volte da un Canadair che ha sganciato il suo carico d’acqua nel  tentativo di evitare lo scollinamento delle fiamme.

Redazione