incidente

Buche da ‘Guinness’ a Torino: sono ben 2118. Il record in Madonna di Campagna.

TORINO 28 OTT – Dopo Piossasco, ecco la mappatura delle buche a Torino : sono ben 2118. I numeri da ‘Guinness’ dei primati sono stati certificati negli ultimi due mesi dalla polizia municipale nell’ambito di un accertamento ordinato dal pubblico ministero Raffaele Guariniello. In meno di un mese, dal 15 settembre al  13 ottobre, i ‘civich’ ne hanno trovate 832. Sullo “stato di salute” delle strade torinesi il magistrato ha in corso un’inchiesta originata da un incidente mortale: il 6 maggio 2013 un pensionato di 76 anni perse la vita dopo essere scivolato. Per quell’episodio è già stato chiesto il rinvio a giudizio di sei tra funzionari comunali e della Smat, la società di gestione delle acque pubbliche, visto che la buca era affianco ad un tombino. Dalla mappatura emerge che l’area della città più colpita è Madonna di Campagna con 224 buche.

Redazione


TEMPO-LIBERO-OBAG

sala

Malasanità: dimessa due volte dall’ospedale di Rivoli (TO), madre 36 enne muore a casa

TORINO 15 OTT – Dimessa due volte in pochi giorni dall’ospedale, muore in casa a 36 anni. La donna,  sposata e madre di due figli, è deceduta ieri dopo essere stata dimessa dall’ospedale di Rivoli  in cui si era fatta visitare. Il caso è stato portato al vaglio del pm Raffaele Guariniello, che ha ordinato l’autopsia e ha aperto un fascicolo di indagine per l’ipotesi di omicidio colposo.Il magistrato, oltre ad appurare le cause della morte, vuole capire se al pronto soccorso sono stati eseguiti tutti i controlli e gli esami opportuni. A svolgere i primi accertamenti sono stati i Carabinieri di Alpignano. Il 12 ottobre la donna era andata al pronto soccorso dell’ospedale di Rivoli con dolori all’addome, ed era stata dimessa con la diagnosi di dispepsia. Tornata il giorno seguente, è stata ricoverata per dodici ore: il responso dei medici è stato ‘dolore toracico atipico’.

Redazione

ambulanza

Muore dopo 2 settimane di agonia l’operaio rivolese travolto dallo scoppio nella ditta di Grugliasco

TORINO 31 LUG – Purtroppo non ce l’ha fatta il rivolese Mauro Francou, dipendente della ditta chimica Carmagnani di Grugliasco,  ferito lo scorso 16 luglio dall’esplosione di un fusto contenente materiale chimico. L’uomo, 44 anni, è deceduto all’ospedale Cto di Torino dopo due settimane di agonia a causa delle ustioni riportate nello scoppio. La procura di Torino ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, coordinata dal pm Raffaele Guariniello. E’ stata disposta l’autopsia sul corpo dell’operaio e già nella giornata di ieri i consulenti del magistrato hanno effettuato un sopralluogo nella ditta in cui è avvenuto l’incidente: pare dai primi rilievi che l’uomo stesse effettuando lo svuotamento di una tubazione utilizzata per scaricare i fusti di acetato di butile. L’ipotesi del magistrato è che non siano state osservate tutte le regole sulla sicurezze e che all’operaio non siano stati forniti indumenti idonei. L’area della tragedia interna alla ditta  è stata posta sotto sequestro ed è in corso l’identificazione dei responsabili dell’azienda.

Redazione

supermark

Troppi batteri nell’hamburger del supermercato, un denunciato a Torino

TORINO 14 MAR – C’erano troppi batteri negli hamburger confezionati e venduti in una macelleria di un supermercato della zona sud di Torino. A scoprirlo scoperto gli ispettori dell’Asl To1, che hanno immediatamente segnalato l’anomalia al pm Raffaele Guariniello. Dalle prime analisi è emerso come la  carica mesofila della carne bovina dei prodotti fosse di 13 mila colonie per grammo, quando il limite è di 1.500; molto sopra la norma anche il valore degli enterobatteri,  80 mila per grammo, contro un limite di cinquemila. Il direttore della macelleria è stato indagato.

Redazione

toga

Crolla il controsoffitto al liceo ‘Cottini’, Guariniello impone i lavori alla Città Metropolitana

TORINO 21 FEB – Cedono alcuni pannelli del controsoffitto del liceo artistico ‘Cottini’ e la Procura di Torino ordina la chiusura di un  interno piano della scuola, fino a quando non saranno eseguiti i lavori di messa in sicurezza.  Nel crollo nessun allievo è rimasto ferito, ma il pm Raffaele Guariniello ha aperto comunque un’inchiesta, imponendo alla Città Metropolitana di Torino di intervenire sulla struttura.

Redazione

ambulanza

Caos nei pronto soccorso in provincia di Torino

TORINO – 19 GEN – Dopo il Martini, le Molinette, il Mauriziano e quello dell’ospedale di Rivoli, ora è anche il pronto soccorso di Susa ad essere in emergenza totale e a finire nel mirino: si estendono infatti  anche all’ospedale di segusino gli accertamenti di magistratura e Carabinieri del Nas sulla situazione dei pronto soccorso dei presidi sanitari di Torino e provincia. Il caos dovuto al sovraffolamento e alla mancanza di capacità di gestione delle strutture hanno fatto precipitare una situazione già critica. Molte sono le segnalazioni di disagi legati al sovraffollamento, dalle barelle nei corridoi agli infermieri costretti a doppi turni di servizio. Il pm Raffaele Guariniello sta raccogliendo anche ogni elemento utile per fare chiarezza sul caso dell’infermiere del “Martini” colto da malore dopo dodici ore di lavoro.

Redazione

great wall

Auto cinesi con amianto, oltre 4 mila Great Wall nel mirino di Guariniello

TORINO, 22 DIC – Sono circa 4 mila e 500 le vetture della casa automobilistica cinese Great Wall che potrebbero contenere parti in amianto e che sono state importate in Italia. E’ quanto vuole appurare la Procura di Torino, che da oltre un anno sta effettuando controlli attraverso la polizia giudiziaria coordinata dal pm Raffaele Guariniello. La campagna di richiamo e di bonifica è in corso da qualche  settimana e finora ha interessato un migliaio di unità. 52 Asl in tutta Italia sono state allertate affinché verifichino l’iter dei controlli.

 

Redazione