campus einaudi

Evade e compra coca a Torino, nuovi guai per il docente universitario ‘a luci rosse’

TORINO 16 DIC – Doveva essere agli arresti domiciliari a Bologna ed invece è stato sopreso in Lungo Dora Firenza a Torino ad acquistare cocaina. Si arricchisce di un ulteriore scandalo il caso del docente universitario  Luca Sgarbi, indagato per concussione per avere chiesto favori sessuali ad una sua studentessa. L’uomo è stato sorpreso dai Carabinieri a comperare cocaina vicino alla facoltà di Giurisprudenza dove insegnava  – come anticipato sulle pagine del quotidiano La Stampa – nonostante dovesse essere agli arresti domiciliari in una clinica del Canavese presso la quale aveva chiesto di essere curato.  Sgarbi era stato arrestato l’11 novembre scorso con l’accusa di aver chiesto favori sessuali e foto hard a una studentessa in cambio di una laurea con il massimo dei voti. Le indagini sul caso continuano e nei giorni scorsi sono state sentite altre giovani.

Redazione

massag

Sesso e foto hard per bei voti, arrestato prof. universitario di Torino

TORINO 11 NOV – Un professore associato dell’Università di Torino di  47 anni, avrebbe chiesto a una studentessa rapporti sessuali e l’invio di foto intime, minacciandola di rendere noti particolari della sua vita privata e con la promessa aiutarla ad ottenere il massimo dei voti. Il docente ora è agli arresti domiciliari a Bologna, dove i Carabinieri hanno eseguito la misura cautelare disposta dalla Procura di Torino. Le indagini proseguono per accertare eventuali altri casi analoghi. L’arrestato è un professore associato del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino. Secondo l’accusa, avrebbe abusato dei suoi poteri e della sua figura di relatore di tesi di laurea. Le indagini sono ancora in corso e nei prossimi giorni saranno convocate altre studentesse per verifcare eventuali altri abusi. La Procura auspica “che altri eventuali simili episodi, allo stato sconosciuti, siano resi noti agli inquirenti”.

Redazione