cc 1

Forzano posto di blocco su auto rubata, il giudice dà i domiciliari

TORINO 13 GIU – Dopo quattro lunghi chilometri di inseguimento, i Carabinieri di Rivara hanno arrestato Giovanni Petralia, 35 anni di Torino, e Maddalena Rolle, 28 anni di Rivara. I bordo di una Fiat Punto rubata a Torino, i due hanno forzato un posto di blocco in corso Mazzini a Rivara, rischiando di investire i militarti di pattuglia, per poi fuggire verso Barbania.
Dovranno rispondere, a vario titolo, di ricettazione, resistenza, guida senza patente e in stato di ebbrezza. Gli uomini dell’Arma hanno notificato all’uomo, che si trovava alla guida dell’auto rubata, anche 18 contravvenzioni al codice della strada per un totale di svariate centinaia di euro. Il tribunale di Ivrea ha concesso ad entrambi gli arresti domiciliari.

Redazione

cinofili

Cani antidroga protagonisti nel blitz notturno a San Salvario

TORINO 20 MAG – Cani antidroga protagonisti la scorsa notte nel blitz delle Forze dell’Ordine  nel quartiere torinese di San Salvario, nel cuore della movida. Poliziotti, Carabinieri e Guardia di Finanza hanno controllato diverse attività nell’area di via Berthollet. Decine di persone sono state identificate e fermate:  grazie ai cani Eddie e Kira, le forze di polizia hanno recuperato diverse dosi di eroina e cocaina, alcune nascoste anche sotto le auto e sotto i cassonetti della spazzatura. Durante l’operazione alcune vie sono state temporaneamente chiuse al traffico.

Redazione

volante cc

Finito l’assedio di via Borgaro, commerciante barricato si arrende ai CC

TORINO 19 MAG – E’ durato circa 22 ore l’assedio di Ferdinando U., l’uomo che da ieri era barricato nel suo appartamento e minacciava di sparare con una pistola, a se stesso e agli altri. Stanco per la lunga resistenza, il commerciante di origini calabresi con problemi di bipolarismo si è alla fine arreso e  convinto ad aprire la porta dai Carabinieri, che lo hanno persuaso portandogli un cappuccino per la colazione. A coordinare le trattative  è stato il pm Cesare Parodi. “Io non mi butto, voi venite su e vi apro”, è stata la promessa del commerciante, che ha chiesto anche di avere la colazione. I primi ad entrare sono stati i Carabinieri delle Aliquote di Pronto Intervento (Api), che dopo aver consegnato la colazione promessa all’uomo, lo hanno fatto rivestire. Il resto lo hanno fatto i sanitari del 118.
“Sono Ferdinando. Ho una storia da raccontare”, si è limitato a dire l’uomo uscendo di casa in barella, prima di essere caricato in ambulanza per essere ricoverato all’ospedale Maria Vittoria.
I Vigili del fuoco hanno rimosso il materasso gonfiabile posto sotto l’abitazione dell’uomo, nel timore che si buttasse dal quinto piano. La pistola intravista nella diretta Facebook dell’uomo era in realtà un giocattolo.

Redazione

cc auto

Minaccia il suicidio e di sparare: da due giorni l’incubo di via Borgaro a Torino

TORINO 19 MAG – Secondo giorno di paura in via Borgaro, alla periferia nord di Torino, dove un commerciante calabrese, Ferdinando U.,  è barricato in casa mincaccia il suicidio e di sparara. Dopo qualche ora di apparente calma il 52enne ha ripreso a lanciare oggetti, arredamenti e elettrodomestici dal balcone del suo alloggio al quinto piano.
La sua protesta è andata in diretta Facebook, ottenendo subito migliaia di visualizzazioni: nel video si scorge un oggetto appoggiato sul letto che sembrerebbe una pistola. L’uomo minaccia di sparare, a se stesso e agli altri. I Carabinieri hanno continuato la trattativa per farlo ragionare, mentre i Vigili del fuoco hanno posizionato il materasso gonfiabile in caso l’uomo, che si è più volte arrampicato sul balcone, dovesse precipitare. La strada resta bloccata e l’area delimitata.
L’uomo grida frasi sconnesse contro la mafia e ipotetici persecutori. Inutili i tentativi di parlare con lui da parte di alcuni familiari.  Sembra ci sia stato anche un tentativo dei sanitari di 118 di intervenire con un Tso. L’assedio continua.

Redazione

bancomat

Tenta di forzare un Postamat a Grugliasco (TO), romeno 30enne in manette

GRUGLIASCIO (TO) 15 MAG – A volto coperto, grazie ad un passamontagna, ha provato a scardinare la tastiera di un Postamat in via San Rocco a Grugliasco, ma è stato sorpreso dal personale della sicurezza. Protagonista dell’azione  Razvan Pirvu Ion, romeno di 30 anni residente a Moncalieri: l’uomo è stato arrestato per tentato furto aggravato dai Carabinieri di Alpignano. Ai militari ha consegnato diversi arnesi per lo scasso, un paio di guanti e una ricetrasmittente.

Redazione

volante cc

Degrado senza fine: CC indagano per furti al ‘Regina Margherita’

TORINO 5 APR – I carabinieri del Nas di Torino stanno effettuando alcune perquisizioni all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. Sull’operazione al momento i militari dell’Arma mantengono il massimo riserbo, ma sarebbe scattata in seguito a una segnalazione dell’azienda ospedaliera per alcuni eventi sospetti, forse alcuni furti subiti negli ultimi mesi.

Redazione

bancomat

Si spaccia operatore di Poste Italiane e ruba 10 mila euro a un operaio di Chieri (TO)

TORINO 9 MAR – Con l’inganno è riuscito a spacciarsi per  un operatore di Poste Italiane e ha derubato di quasi 10mila euro il conto di un operaio 47enne di Chieri. La vittima del raggiro è stata contattata per telefono dal falso operatore che, per risolvere un’anomalia del sistema, lo ha convinto ad aprire l’applicazione banco posta sul suo smartphone e gli ha ordinato di inserire una nuova password fornita via sms. Così il truffatore, che non è ancora stato rintracciato, è riuscito a entrare nel conto corrente della vittima e a prelevare il denaro. La vittima ha sporto denuncia ai Carabinieri

Redazione

volante cc

In manette passeur marocchino a Vinadio (CN): inseguito e bloccato dai CC

CUNEO 09 MAR – Un uomo di origine marocchina, ma residente in Spagna,  è stato arrestato dai Carabinieri dopo un inseguimento nel centro di Vinadio (CN). con l’accusa di di favoreggiamento all’immigrazione clandestina. Il passeur stava trasportando in auto quattro marocchini verso la Francia, attraverso il Colle della Maddalena. I cinque sono stati bloccati dopo aver tentato anche la fuga a piedi nei boschi circostanti. I militari dell’Arma hanno sequestrato 700 euro in contanti e l’auto utilizzata per il trasporto. L’arrestato è stato condotto in carcere a Cuneo su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione

cc

Ciriè (TO), banda di giovani ‘rom’ deruba anziano: un arresto

CIRIÈ (TO) 24 GEN – Hanno deciso tentare il colpo quando il pensionato di 86 anni si è messo solo alla televisione nella sua casa di Ciriè, ma sono state scoperte dalla figlia dell’uomo al suo rientro. Così una ventenne è stata arrestata dai Carabinieri e la refurtiva fortunatamente recuperata: 5.300 euro in contanti, orologi e gioielli. Si tratta di una nomade residente nel campo nomadi di strada dell’Aeroporto, a Torino. Le sue due complici, che sono  riuscite a fuggire, sono tuttora ricercate.

Redazione

whatsapp

Droga, anche a minorenni, via Whatsapp: arrestato extracomunitario in San Salvario

TORINO 9 GEN – Nonostante la giovane età, aveva organizzato un grosso giro di spaccio, accordandosi coi i clienti su Whatsapp per lo scambio di droga. Protagonista della vicenda un pusher extracomunitario di 20 anni, che è stato arrestato la sera dell’Epifania dai Carabinieri della Compagnia San Carlo: nel blitz sequestrate 40 dosi di droga tra cocaina, crack, eroina e hashish.
Lo straniero prendeva le ordinazioni via cellulare e lasciava le dosi in un luogo prestabilito con gli acquirenti, spesso minorenni, tra via Berthollet e via Saluzzo, nel quartiere di San Salvario.

Redazione