tgv

Tgv investe uomo ad Alpignano, tratta Torino- Modane sospesa

TORINO 29 MAG – Il Tgv investe un uomo, probabilmente un suicida, all’altezza di Alpignano e la circolazione ferroviaria sulla linea Torino-Modane tra Collegno ed Avigliana  viene sospesa. Il fatto è accaduto poco dopo le 16 e il treno coinvolto, il Tgv 9248 ha terminato la propria corsa nella stazione di Alpignano.
I treni da e per Susa e Bardonecchia – informa Trenitalia – fanno capolinea rispettivamente a Bussoleno e Avigliana. Tra Avigliana e Collegno è stato invece attivato un servizio sostitutivo con bus. Da Collegno è possibile utilizzare la metropolitana e i mezzi urbani. La vittima non è ancora stata identificata dalla Polfer, che sta operando sul luogo.

Redazione

valsusa motor

Valsusa Motor Team festeggia i 15 anni di attività, tra sport e solidarietà

AVIGLIANA (TO) 7 MAR. –  Il Valsusa Motor Team ha festeggiato domenica scorsa i suoi 15 anni di attività con il tradizionale pranzo sociale al ristorante Hermitage di Avigliana. Nel corso dell’evento sono stati premiati gli equipaggi che si sono distinti nel campionato rally sociale. valsusa motor1Nell’occasione sono state tracciate le linee guida per l’attività del 2017, che vedrà la scuderia valsusina impegnata, oltre che nelle solite attività agonistiche, anche nell’organizzazione dell’ormai classico appuntamento di sport e solidarietà Motori Montani, giunto  alla 13° edizione.
All’evento hanno partecipato anche i rappresentanti del Lancia Delta One Club, che con il Valsusa Motor Team hanno ormai un sodalizio consolidato.

Risultati Campionato Sociale:

Piloti

1° Reynaud Michele

2° Sollier Marco

3° Pellissero Davide

Navigatori

1° Reynaud Tiziano

2° Didero Mattia

3° Bariani Luigi

 

Redazione

volante cc

I Nas dei CC sequestrano 3 case di riposo abusive in Val Susa: 4 indagati

TORINO 6 LUG – Quattro indagati per esercizio abusivo della professione di medico o infermiere in tre case di riposo abusive, ora sequestrate: è il bilancio di un’operazione dei carabinieri del Nas di Torino in strutture per anziani non autosufficienti ad Avigliana e Buttigliera Alta. Nelle case di riposo abusive erano ospitate complessivamente 24 persone. Una di queste case era gestita da una donna titolare di un negozio di bomboniere al pian terreno dell’ edificio che, al piano superiore, senza alcuna abilitazione, conteneva l’ospizio. Le tre strutture erano state formalmente cedute in affitto dai proprietari direttamente agli ospiti: degli anziani, 2 sono stati trasferiti in ospedale per gravi patologie neuromotorie e deficit ortopedici, mentre gli altri sono stati portati in strutture autorizzate.

Redazione

Biancone

Liberato uno splendido Biancone ad Avigliana (TO): mangia solo serpi

AVIGLIANA 18 MAG –  Dopo un periodo di riabilitazione e riambientamento durato sette mesi, stamani ad Avigliana è tornato in libertà nell’ambiente naturale lo splendido esemplare di Biancone (Circaetus gallicus) che nella prima settimana di ottobre era stato recuperato dagli agenti faunistico-ambientali del Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino nel territorio del Comune di Monastero di Lanzo, su  segnalazione di cittadini residenti in zona.

Una volta recuperato, il rapace era stato subito visitato dai veterinari del CANC, il Centro Animali Non Convenzionali della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università, convenzionato con la Città Metropolitana. La visita non aveva evidenziato particolari patologie. Trattandosi di un giovane esemplare di circa cinque mesi di età, nato probabilmente un po’ in ritardo, gli esperti avevano ipotizzato che non avesse fatto in tempo ad essere pronto per la migrazione invernale verso il Nord Africa, tipica della specie.

Il Biancone ha quindi passato l’inverno in un tunnel di riambientamento di grandi dimensioni ad Avigliana, presso il centro di riabilitazione per volatili dell’Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie, convenzionato con la Città Metropolitana. Per evitare che il rapace si abituasse alla presenza umana e che, una volta liberato, perdesse la capacità di alimentarsi autonomamente in natura, il personale del centro di riabilitazione di Avigliana ha limitato al massimo i contatti con il Biancone. 

L’animale è ora pienamente riabilitato e, una volta uscito dal tunnel di riambientamento, è apparso in buona forma. Si è guardato intorno, ha aperto le ali ed ha spiccato il volo verso un vicino albero, appollaiandosi su di un ramo ad una decina di metri di altezza per osservare il territorio circostante.

Prima di essere liberato, il Biancone è stato inanellato, per consentire il monitoraggio dei suoi spostamenti nel territorio. I cittadini che dovessero avvistarlo in volo sono invitati a segnalarne la presenza al Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana, a titolo esclusivamente informativo. 

La particolarità del Biancone, rapace diurno di grosse dimensioni con un’apertura alare che sfiora i due metri, è la dieta composta esclusivamente da serpenti e in maniera marginale da sauri. Il Circaetus gallicus si può tranquillamente definire uno sterminatore di serpi, che caccia nelle ore diurne in campo aperto, nei terreni coltivati o nei prati, poiché nei boschi non riuscirebbe ad individuare le sue prede dall’alto. Biancone1

“L’incremento della presenza di animali una volta molto rari nel nostro territorio è la riprova della validità del lavoro svolto dal nostro Servizio. – commenta la Consigliera metropolitana delegata alla tutela della fauna e della flora, Gemma Amprino – L’impegno operativo e di studio da parte dei dirigenti, dei funzionari e degli agenti faunistico-ambientali della Città Metropolitana e la collaborazione di molti cittadini amanti della natura, stanno concorrendo al miglioramento della situazione faunistica delle nostre zone rurali e montane”.  

A CHI RIVOLGERSI QUANDO SI RINVENGONO ANIMALI FERITI O IN DIFFICOLTA’: IL PROGETTO “SALVIAMOLI INSIEME” DELLA CITTA’ METROPOLITANA

Città Metropolitana di TorinoServizio Tutela della Fauna e della Flora, corso Inghilterra 7, Torino, telefono 011-8616987, cellulare 349-4163347; dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 14,30, il venerdì dalle 9 alle 13

Centro Animali Non Convenzionali dell’Ospedale Veterinario della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Torino, largo Braccini 2, Grugliasco, telefono accettazione 011-6709053 e 366-6867428. In orario notturno l’accesso avviene dal numero civico 44 di via Leonardo da Vinci

numero telefonico 118 in caso di incidenti stradali che coinvolgano la fauna selvatica

Redazione

Foto Marina Militare

Avigliana e la Val Susa capofila in Italia per l’accoglienza dei migranti

TORINO 3 MAR – Avigliana, insieme ad altri 20 comuni valsusini, sarà capofila in Italia di un progetto di microaccoglienza per un numero concordato di richiedenti asilo e protezione internazionale. L’intesa  è stata firmata oggi in prefettura a Torino. Il protocollo prevede l’affidamento diretto della gestione dei profughi ai Comuni, i quali individueranno l’ente gestore con una gara europea. Il gestore avrà il compito di individuare soluzioni abitative in affitto entro un mese, e il pagamento al proprietario sarà garantito per due anni. Il progetto non comporterà oneri per i bilanci comunali in quanto i costi dell’accoglienza, che prevede anche azioni di accompagnamento, saranno interamente coperti dal Ministero dell’Interno.
“Questo patto – ha sottolineato il prefetto di Torino Paola Basilone – inaugura un rapporto di collaborazione molto stretto fra Stato e Comuni. Ed è la dimostrazione che le amministrazioni locali non devono avere alcun timore, perché saranno loro a controllare l’ente gestore e governare la situazione. Ci auguriamo un effetto contagio, che possa allargare questa esperienza anche ad altri Comuni del torinese”.I Comuni aderenti al progetto non entreranno in altre quote. Avigliana ospiterà 12 persone, i Comuni più piccoli al massimo 2, per un totale di 112. “Il protocollo – ha detto il sindaco di Avigliana Angelo Patrizio – favorisce l’accoglienza, perché un conto è avere i profughi tutti insieme in una struttura, e un conto è averli dispersi all’interno della comunità: diventano vicini di casa, persone conosciute intorno alle quali crescerà una rete sociale di relazioni che è il vero presupposto per l’integrazione’.

Redazione

sardinia

avigliana

Domenica guide turistiche gratis in Piemonte contro l’abusivismo

TORINO 18 FEB – Guide turistiche gratis domenica prossima in occasione della 27/a Giornata Internazionale della categoria e contro la piaga dell’abusivismo . Per un giorno un migliaio di guide professioniste di tutto il Piemonte, la metà nel torinese, saranno a disposizione dei turisti per tour guidati e gratuiti.
L’iniziativa, promossa da Gia Piemonte, l’associazione di categoria aderente all’Ascom, prevede una serie di proposte nei Musei Reali di Torino, ad Avigliana, con una visita del centro storico, al castello di Racconigi e in Valsesia, alla scoperta dell’ecomuseo di Mollia.
“Le guide turistiche – sottolinea la presidente Ascom Maria Luisa Coppa – hanno un ruolo strategico importante in un Paese come il nostro con un’offerta culturale unica al mondo, e in una città come Torino sempre più turistica anche grazie al loro lavoro. Un lavoro che fanno con serietà e professionalità dovendo spesso combattere con un problema di concorrenza sleale”. A parlare dell’abusivismo è anche la presidente della Gia piemontese Emanuela Moroni che sottolinea la necessità di una “legislazione chiara e con regole precise, che non lasci spazio a dubbi”. Il settore è in attesa di un regolamento che ogni Regione deve stilare in base a un decreto ministeriale dello scorso dicembre.

Redazione

azimut

Salta l’accordo tra Azimut e sindacati, in arrivo 95 esuberi

AVIGLIANA (TO) 18 NOV -“Constatata l’impossibilità di raggiungere un accordo, l’azienda  si vede dunque costretta ad attuare un piano di esuberi per un totale di 95 addetti su 650”. Con queste parole l’AD dell’Azimut yatchs di Avigliana Ferruccio Luppi ha anunciato l’esito negativo dell’ennesima vertenza di lavoro sul territorio piemontese. Dopo la Michelin di Fossano (TO) e la Dr Fisher (ex Philips) di Alpignano (TO), un’altra realtà produttiva in Piemonte lascerà a casa operai ed impiegati. Quello di Avigliana è uno dei cinque stabilimenti Azimut e rappresenta un quinto della produzione dell’azienda. Si occupa della produzione degli yacht sotto i 70 piedi, per i quali l’andamento della domanda resta volatile e stagionale. Dopo tre settimane di trattative, il confronto alla ricerca di un accordo tra Azimut e sindacati sulla ristrutturazione dello stabilimento e degli uffici di Avigliana è saltato ed ora arriveranno gli esuberi.  I lavoratori dell’Azimut Benetti hanno risposto con 5 ore di sciopero ed un corteo all’interno della fabbrica. Altre 5 ore di sciopero sono previste per domani. Le lettere che annunciano l’avvio della procedura sono state consegnate oggi alle Rsu dello stabilimento di Avigliana e riguardano 70 operai e 25 impiegati. “Non c’è alcun calo produttivo, fino a ieri si facevano straordinari. Se iniziano a licenziare anche aziende che hanno lavoro, che fine farà questo Paese?”, dice Giovanni Milesi della Filctem Cgil.
Redazione
artic

Clima ‘pazzo’, oggi l’apice di un bollente novembre: 24° a Torino e sopra lo 0° sul Monte Rosa.

TORINO 10 NOV – Un caldo davvero anomalo quello che sta caratterizzando questi primi giorni di  novembre. Oggi, secondo l’Arpa, dovrebbe essere arrivato l’apice del caldo in Piemonte. Ovunque le massime hanno valori estivi, con il picco a Basaluzzo (AL) 26.5 gradi; nel centro di Torino 24, nel cuneese 24.7 a Bra, in valle di Susa 24.8 ad Avigliana. Ma ha soffrire maggiormente dell’anomalia climatiche è la montagna: +21.5 gradi a 1.300 metri sopra Bardonecchia, mentre sul sul monte Rosa a quota 4.500  termometro di poco sopra lo zero (+0.8).

Redazione


INVERNO

ambulanza

Moto contro furgone, muore insegnante di Avigliana in incidente a Leinì (TO)

TORINO 15 OTT – Un insegnante di Avigliana, Roberto Mavellia di 46 anni, è morto nel pomeriggio in un incidente stradale avvenuto nel centro di Leinì. L’uomo ha perso il controllo della sua moto Guzzi che, forse a causa dell’asfalto bagnato dalla pioggia, si è schiantata frontalmente contro un furgone Iveco Daily che arrivava nella direzione opposta. L’uomo è morto dopo un breve tentativo di rianimazione dei sanitari del 118. Sulla dinamica dell’incidente indagano i Carabinieri.

Redazione

flash mob

Domani sera protesta ad Avigliana contro la ‘scuola di Renzi’

AVIGLIANA (TO) 4 GIU – Domani venerdì 5 giugno la città di Avigliana sarà teatro della protesta in chiave moderna (‘Flash mob’) contro il DDL sulla riforma della scuola e la conseguente modifica delle graduatorie dei concorsi pubblici per gli insegnanti. A partire dalle ore 19, nella centrale piazza del Popolo, gli organizzatori del  “#civediamoil5giugno” chiedono a chi vorrà aderire all’iniziativa di portare un libro ed indossare qualcosa di rosso.   

Redazione