smog

Smog, da domani anche Grugliasco ferma gli euro 3 diesel

GRUGLIASCO 13 DIC – Il blocco degli Euro 3 diesel scatterà anche a Grugliasco da domani e rimarrà in vigore fino a quando i valori della concentrazione di smog non scenderanno sotto i 50 microgrammi al metro cubo. Lo stop entrerà in vigore dalle 8,30 alle 18,30 e solo nelle giornate feriali, dal lunedì al venerdì (dalle ore 9 alle ore 17 per i veicoli condotti da residenti nel Comune di Grugliasco). Ancora nelle giornate feriali, dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 14 e dalle 16 alle 18,30, è vietata la circolazione di tutti i veicoli per trasporto merci aventi massa massima non superiore a 3,5 tonnellate. Venerdì, però. se verrà confermato lo sciopero dei mezzi pubblici, sarà sospeso il blocco dei diesel. Inoltre negli edifici pubblici, sarà obbligatorio ridurre di un grado, oppure di un’ora l’accensione del riscaldamento.

Redazione

 

cc 1

Smantellata banda di rapinatori violenti che si fingevano finanzieri

TORINO 16 SET – Con finte pettorine con la scritta ‘Guardia di finanza’ riuscivano a convincere le  vittime ad aprire le porte delle proprie case o a fermarsi in strada: subito dopo le bloccavano con fascette di plastica e le derubavano. Dopo un anno di indagini, i Carabinieri del Comando provinciale di Torino hanno smantellato la banda delle finte ‘Fiamme Gialle’, un gruppo di violenti rapinatori accusati di avere messo a segno decine di colpi per un valore complessivo della refurtiva di oltre 200 mila euro. Sei le persone arrestate, tutte italiane. Decine le perquisizioni eseguite, che hanno fatto sequestrare 344 grammi di tritolo, diversi metri di micce esplodenti e detonanti, armi, proiettili di vario calibro, caricatori e materiale per il confezionamento dei proiettili e dell’esplosivo. I sei finti ‘finanzieri’ sono ritenuti responsabili di associazione per delinquere, rapina aggravata, sequestro di persona, porto di armi comuni da sparo, detenzione di materiale esplodente e munizioni, ricettazione, lesioni gravi.
Numerose le rapine in Piemonte attribuibili alla banda: colpi in strada e in ville, ma anche in uffici postali, ditte e ristoranti. Alcune vittime sono state anche picchiate e sequestrate in casa o chiuse nel bagagliaio delle loro auto.
L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata disposta dal gip del Tribunale di Ivrea. Le indagini sono iniziate nell’ottobre dello scorso anno.

Redazione

motori m

Domenica a Susa ‘Motori Montani’, quando passione auto e solidarietà marciano insieme

SUSA 21 LUG – Domenica 24 Luglio 2016 si riaccendono i motori della, ormai tradizionale, manifestazione di sport e solidarietà “Motori Montani – Quando solidarietà e passione corrono insieme“. La manifestazione, giunta ormai alla 12° edizione, quest’anno propone grandi novità; sarà infatti ospitata nella struttura di “Motor Oasi Piemonte” a Susa e vedrà la partecipazione di un nutrito gruppo di vetture. Come nelle passate edizioni,  uno dei fini della manifestazione sarà quello di avvicinare, ovvero di far provare a ragazzi diversamente abili, le sensazioni e le emozioni della guida “sportiva” su un’auto da rally; sensazioni che, per ovvi motivi, sarebbero negate a tutti loro nella quotidianità. Ovviamente, trattandosi di una manifestazione a scopo sociale e non sportivo l’andatura sul “campo di gara” simulato è rigorosamente “turistica”. Ciò, però, nulla toglie all’emozione di salire su un’auto da gara. Come detto l’idea nasce nel 2005 e subito ha riscosso un grande successo a livello di partecipazione. L’associazione Audido di Alpignano, contattata a tal proposito, ha risposto con entusiasmo portando sul “campo di gara” un gran numero di “aspiranti navigatori”. Nel 2006, a seguito del successo della prima edizione, all’associazione Audio si è aggiunta l’associazione “Oasi” di Novara. Nel 2007, dopo le prime due edizioni, la manifestazione si è trasferita da Moncenisio a Gravere, una collocazione più ampia cha ha permesso di aumentare, fin da subito, il numero di auto presenti e il numero di partecipanti. Nel 2008 si sono aggiunte l’associazione “Famiglie e volontari per l’handicap” di Carmagnola, l’associazione “Casa decibel” di Pianezza ed un gruppo di disabili segnalati dal Conisa Valsusa. Nel 2009 abbiamo raggiunto un parco di 18 Vetture e oltre 300 partecipanti che hanno condiviso con noi la grande giornata che, come novità dell’anno, ha visto la somministrazione, altre al solito pranzo del mezzogiorno anche una “merenda sinoira” con opportuno sottofondo musicale. Nel 2010 alla manifestazione abbiamo aggiunto, durante la mattinata, il primo torneo di calcio “motori montani” dove ragazzi diversamente abili, ragazzi normodotati e piloti si sono sfidati su un campo “alternativo” a quello solito di gara. Nel 2011 la manifestazione si è svolta sempre presso il Comune di Gravere, mantenendo inalterato il consolidato programma rispetto all’edizione 2010, ha raggiunto la partecipazione di 24 vetture. In allegato trasmettiamo una breve rassegna stampa della giornata. Nel 2012 la manifestazione si è svolta con lo stesso format degli anni precedenti, raggiungendo le 28 vetture partecipanti. Nel 2013 ulteriore step evolutivo; sono state inserite una serie di novità che vanno dalla presenza di un simulatore di guida virtuale al simulatore di ribaltamento e urto frontale messi a disposizione da Motor Oasi Piemonte Nel 2014 la manifestazione passa a due giorni; grazie alla collaborazione del Gruppo Alpini di Giaveno il coinvolgimento delle associazioni di diversamente abili inizia dal sabato, con musica e intrattenimento, tendone per ospitalità da 200 posti che offre la possibilità di cenare in allegria Nel 2015 è stato ripetuto lo stesso format del 204, ovvero una “due giorni”, sempre coadiuvati dal Gruppo Alpini di Giaveno.
Il 2016 propone una serie di grandi novità; Motori Montani cambia volto, si trasferisce a Susa, presso l’impianto di Motor Oasi, per una giornata a “Tutto Motore”, dove i ragazzi delle associazioni diventeranno “navigatori per un giorno” a fianco dei piloti, su un tracciato ricavato all’interno della pista di guida sicura e gli accompagnatori / amici potranno dilettarsi con l’intrattenimento offerto dall’organizzazione. E’ prevista la partecipazione, in forma ufficiale, con un evento dedicato, del Lancia Delta One Club.  
Per tutte le info sulle edizioni precedenti esiste una pagina facebook “Motori Montani”. L’evento nasce sull’unione di intenti tra l’abilità e la professionalità dei piloti appartenenti alla scuderia “Valsusa Motor Team” e la genuina passione dei ragazzi diversamente abili (in maggioranza autistici e down) appartenenti alle associazioni coinvolte e la partecipazione del gruppo di volontari che, da sempre, organizza e coordina la giornata.

Redazione

(Repertorio)

‘Seggiolini per bimbi anche sui taxi’. Una petizione dal web contro un vuoto legislativo

TORINO 14 LUG – Troppo spesso i fatti di cronaca parlano di incidenti d’auto nei quali ad avere la peggio sono i più piccoli, perché non adeguatamente protetti. Gli italiani sono infatti poco virtuosi: meno del 50% dei genitori usa i sistemi di ritenuta, specialmente dopo i 4 anni, spesso, troppo spesso vengono tenuti in braccio nel sedile posteriore o peggio in quello anteriore, pochi pensano che anche a 50km/h l’impatto con un ostacolo fisso possa essere letale. I genitori si ‘giustificano’ rispondendo “il tragitto è breve”‘ “il bambino piange, non sopporta le cinture”‘ “io sono prudente e vado piano”, “gli metto la cintura è più comoda”, “fissarli ai seggiolini è faticoso per poca strada non ne vale la pena”…. Ma sono proprio i bambini a rischiare di più, il capo è più pesante, hanno un maggior contenuto d’acqua, e sono incapaci di presentare rapide reazioni di opposizione, i muscoli del collo o non sono formati o sono deboli, tutto questo favorisce maggiori traumi, specialmente cranici, spesso con fatali conseguenze. Ora dal web è partita una petizione affinché anche i taxi si dotino di seggiolini per poter trasportare in sicurezza i più piccoli. ”Il ministero dei trasporti – si legge sulla pagina dedicata a questa iniziativa  – spende molti danari per le campagne di sensibilizzazione, https://youtu.be/qNBwnQ46mzc (quella di quest’anno) giustissime, ma c’ è un vuoto legislativo. La nostra battaglia quindi è duplice, vogliamo tutelare i bambini sempre, anche per brevi tragitti in taxi, ed al contempo vogliamo sensibilizzare all’uso imprescindibile si sistemi di ritenuta. La mancanza di obbligo avvalla in qualche modo la superficialità di molti genitori…
Non ci fermiamo, cerchiamo insieme una soluzione e continuiamo a condividere e far firmare la petizione, prossimo obiettivo 25000 firme”.

Redazione

polizia

Furti alle auto dei ‘granata’ allo Stadio Olimpico, preso l’autore della razzia

TORINO 11 APR – Ha rotto i finestrini di 12 auto di tifosi granata che stavano seguendo la partita di calcio Torino-Atalanta allo Stadio Olimpico, facendo razzia di tutto quanto contenuto. Il topo d’auto, un italiano di 44 anni, è stato però sorpreso e arrestato dalla Polizia che lo ha scovato mentre provava a nascondersi sotto un veicolo parcheggiato. Gli agenti hanno anche avvisato le vittime dei furti posizionando avvisi sulle auto danneggiate in modo che sporgessero denuncia e potessero recuperare i loro averi tutti recuperati.

Redazione

volante cc

Rubano in via Turati ad Asti e poi vanno a fare la spesa: denunciati i 3 presunti ladri

ASTI 8 MAR – Rubano in un appartamento e subito dopo vanno a fare la spesa. Questa spavalderia è costata cara ai 3 presunti autori del furto in un appartamento di via Turati (C.S.K., 25 anni dello Sri Lanka, K.E., 23 anni, albanese pregiudicato residente a Matera, e G.L. italiano, 23 anni, anch’egli pregiudicato residente ad Asti). La loro  auto è stata rintracciata dopo il colpo nel parcheggio di un centro commerciale. Ora i 3 sono stati deferiti in stato di semilbertà per furto aggravato in concorso e possesso di arnesi atti allo scasso.
L’automobile sulla quale viaggiavano, una Ford Fiesta, è stata individuata dai Carabinieri di Asti grazie ad alcune segnalazioni e alla collaborazione della polizia municipale di Asti. A bordo del mezzo, di proprietà del cingalese, sono stati trovati strumenti da scasso, poi sequestrati.
Le indagini dei Carabinieri di Asti sono in corso, per far luce su eventuali altri colpi messi a segno recentemente in città.

Redazione

sardinia

poliz

Sgominata dalla Polizia banda di ladri marocchini in Regio Parco (TO)

TORINO 17 NOV – Mentre uno scassinava le auto, gli altri tre facevano da palo. Era questa la tecnica di un banda di topi d’auto attiva a Torino, nel quartiere Regio Parco, sgominata dalla Polizia. Gli elementi del gruppo criminale sono tutti marocchini, di età compresa tra 26 e 38 anni. La banda è stata fermata grazie ad una segnalazione di un cittadino. Si sospetta che gli stranieri siano autori di numerosi furti su auto avvenuti nella zona nell’ultimo periodo.

Redazione

poliz

Fatto di coca, fa sesso nell’auto di uno sconosciuto: arrestato romeno a Torino

TORINO 7 NOV – Una storia incredibile ma vera: interrotto durante un rapporto sessuale con una donna all’interno di un box, con grande faccia tosta ha chiesto un risarcimento di 50 euro al legittimo proprietario dell’auto su cui stava consumando l’amplesso. Non contento, l’uomo ha minacciato di morte l’automobilista, prendendo a calci la sua auto: a fermare il focoso soggetto, un romeno di 29 anni , ci ha pensato la Polizia di Torino, che lo ha trovato completamente nudo al momento dell’arresto. L’uomo è risultato positivo al test della cocaina. La sua ‘compagna di avventure’ è invece fuggita.

Redazione


TEMPO-LIBERO-OBAG

volante cc

Derubavano donne sole in auto nell’astigiano e alessandrino, presi 2 stranieri irregolari dai CC di Canelli (AT)

ASTI 3 NOV – La tattica era semplice quanto spietata: distraevano con una scusa donne sole in auto per rubare le loro borsette e usare le carte di credito rubate. Fortunatamente i Carabinieri di Canelli (AT) sono riusciti ad incastrare due pregiudicati peruviani di 27 e 30 anni, residenti a Torino e non in regola con il permesso di soggiorno. Ora dovranno rispondere di  furto in concorso e indebito utilizzo di carte di credito. I due malviventi hanno colpito in diverse zone dell’astigiano e alessandrio: Valenza (AL),   Nizza Monferrato e Isola d’Asti. I due potrebbero comunque essere i responsabili anche di altri episodi simili, sui quali stanno continuando ad indagare i Carabinieri.

Redazione


TEMPO-LIBERO-OBAG

automoto

Auto, arriva la rivoluzione digitale: addio documenti cartacei. Si parte col certificato di proprietà

TORINO 24 SET – Dopo la fine dell’obbligo di esporre il tagliando dell’assicurazione, presto si dirà addio al certificato di proprietà di autoveicoli nella sua versione cartacea: dal 5 ottobre sarà infatti digitale e si trasformerà in un codice, una password che connettendosi online darà accesso alle informazioni prima presenti nel libretto. La novità anticipa il dlgs che porterà ad un documento unico con i dati sia di proprietà che di circolazione. Il processo di digitalizzazione proseguirà infatti  andando prima ad interessare tutti i documenti legati alle pratiche di proprietà (atti di vendita e passaggi) per concludersi con la rimanente documentazione del veicolo. Nei prossimi mesi, quindi, le procedure relative alla proprietà saranno tutte digitalizzate. Ovviamente si parte dai nuovi veicoli e da quelli che saranno interessati da un passaggio di proprietà.  Nel primo pacchetto di decreti attuativi della riforma della P.A. dovrebbe inoltre rientrare anche il libretto unico, che rimpiazzerà quello rilasciato dal Pra (Pubblico registro automobilistico, gestito dall’Aci) e quello di competenza della Motorizzazione (che risponde al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).

Redazione