Siccità, l’allarme di Confagricoltura Asti: ‘A rischio colture in primavera’

ASTI 22 DIC – Confagricoltura Asti ha lanciato oggi l’allarme sulla perdurante siccità, che potrebbe protrarsi anche nei primi giorni del 2016. “Scarse precipitazioni e alte temperature – dice l’associazione degli agricolturi – stanno mettendo a rischio la crescita delle colture nelle campagne dell’Astigiano”.  “L’assenza di precipitazioni – si legge in una nota – rischia di condizionare drasticamente il livello di scorte idriche solitamente assicurato da piogge e nevi, fattori indispensabile per la crescita delle coltivazioni e il risveglio ottimale, in primavera, delle viti”. Confagricoltura definisce ”emblematico”  il livello del fiume Tanaro ad Asti.

Redazione