La Ue spalanca le porte all’olio tunisino. Mogherini: ‘Forte segnale di solidarietà’

TORINO 18 SET – Invece di fare gli interessi dei produttori agricoli europei, la Commissione europea ha deciso di facilitare l’export di 35mila tonnellate di olio d’oliva extra dalla Tunisia. “Periodi eccezionali richiedono misure eccezionali –  ha spiegato il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini –  e questo è un forte segnale della solidarietà dell’Ue nei confronti della Tunisia”. La scusa per questa apertura sarebbero le gravi difficoltà economiche di Tunisi dopo gli attentati terroristici. “Questa iniziativa è il risultato dell’impegno Ue ad aiutare l’economia tunisina a seguito dei recenti terribili eventi – hanno  aggiunto il commissario europeo all’agricoltura Phil Hogan e il commissario europeo al commercio Cecilia Malmstrom – e lo scopo è quello di creare più posti di lavoro a beneficio della popolazione tunisina”. La proposta ora dovrà passare al vaglio dell’Europarlamento e del Consiglio Ue per ottenere il via libera: si tratterebbe di una misura temporanea fino alla fine del 2017, che dovrebbe scattare una volta esaurita la quota già fissata di 56.700 tonnellate di olio d’oliva tunisino esente dai dazi doganali.

Redazione

2 thoughts on “La Ue spalanca le porte all’olio tunisino. Mogherini: ‘Forte segnale di solidarietà’

  1. tutte le produzioni agricole in Italia (olio compreso) vanno difese con i denti da qualsiasi altro prodotto proveniente da altri paesi ancora di piu’ da paesi extraeuropei.
    povera Mogherini bisognerebbe mandarla a raccogliere olive gratis dalla Puglia alla Liguria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *