Anpas-Servizio-Civile

Servizio civile, utimi giorni per le domande: 326 posti in Anpas Piemonte

TORINO 19 GIU.   Il 26 giugno, alle ore 14, scade il termine per la presentazione delle domande di servizio civile nazionale. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono disponibili 326 posti per ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. I settori di attività sono i servizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è di dodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.

I progetti di servizio civile nazionale in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario sono: “Compagni nel viaggio” (44 posti), “Si viene e si va” (49 posti), “Strada facendo vedrai” (50 posti), “Un sorriso e una parola” (38 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto.

I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 sono: “Mi fido di te” (50 posti), “Dopo il viaggio” (49 posti) e “Vado al massimo” (46 posti). Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto.

Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti. La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 14 del 26 giugno 2017.

Al seguente link l’elenco completo delle sedi Anpas dove è possibile far domanda di servizio civile e la modulistica necessaria:

http://www.anpas.piemonte.it/2017/05/servizio-civile-nazionale-in-pubblica-assistenza-anpas-disponibili-326-posti-in-piemonte/

Redazione

Anpas-Servizio-Civile

Anpas Piemonte offre 326 posti per il servizio civile

TORINO 26 MAG – Opportunità di servizio civile nazionale in Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) per ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. Anpas con oltre 2.700 posti si conferma il primo Ente in Italia. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono 326 i posti disponibili. Si potrà presentare domanda entro le ore 14 del 26 giugno, i settori di attività sono iservizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è didodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.I progetti di servizio civile nazionale in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario sono: “Compagni nel viaggio” (44 posti), “Si viene e si va” (49 posti), “Strada facendo vedrai” (50 posti), “Un sorriso e una parola” (38 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto. I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 sono: “Mi fido di te” (50 posti), “Dopo il viaggio” (49 posti) e“Vado al massimo” (46 posti).Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto. Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 14 del 26 giugno 2017.

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Compagni nel viaggio” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Casale (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (4);

Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Si viene e si va” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Bianca Acqui Terme (4); Croce Verde Alessandria (4); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (2); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (4); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (5); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (1); Croce Verde Nizza Monferrato (4); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Dogliani (2); Gruppo Volontari del Soccorso Clavesana (2); Croce Bianca Fossano (4); Volontari Valli Monregalesi Villanova Mondovì (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Strada facendo vedrai” (sociale) e numero di posti disponibili:

Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Vasc Volontari Assistenza e Soccorso Caravino (4); Ivrea Soccorso (2); Croce Bianca Orbassano (4); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (7); Croce Verde Bessolese Scarmagno (1); Croce Giallo Azzurra Torino (3); Croce Verde Torino (14); Croce Bianca del Canavese Valperga Canavese (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (5).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Un sorriso e una parola” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (4); Croce Verde None (4); Croce Verde Perosa Argentina (4); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (4); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Verde Saluzzo (6); Croce Verde Saluzzo Sezione Sanfront (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Mi fido di te” (emergenza) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Vasc Volontari Soccorso e Assistenza Caravino (2); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (2); Croce Verde None (2) Croce Bianca Orbassano (4); Croce Verde Perosa Argentina (2); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (2); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (4); Pubblica Assistenza Sauze d’Oulx (1); Croce Verde Bessolese Scarmagno (2); Croce Verde Torino (6); Croce Bianca del Canavese Valperga C.se (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Dopo il viaggio” (emergenza) e numero dei posti disponibili

Croce Bianca Acqui Terme (5); Croce Verde Alessandria (3); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (4); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (2); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (4); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (2); Croce Verde Nizza Monferrato (5); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Clavesana (2); Volontari del Soccorso Dogliani (1); Croce Bianca Fossano (2); Croce Verde Saluzzo (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Vado al massimo” (emergenza) e numero dei posti disponibili:

Croce Verde Casale Monferrato (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Ivrea Soccorso (2); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (2); Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

Redazione

gdf

‘Bella vita’ col patrimonio delle ultranovantenne: 3 indagati a Biella

BIELLA 4 NOV – Non si sono fatti scrupoli nell’approfittare dei problemi psicofisici di un’ultranovantenne, per appropriarsi a poco a poco del suo ingente patrimonio. Cosi una coppia biellese e un medico compiacente sono stati indagati nell’ambito di una inchiesta della Guardia di Finanza, coordinata dalla procura di Ivrea. Il trio aveva già utilizzando oltre 1 milione di euro per spese voluttuarie mentre l’anziana era ricoverata in una casa di cura.  Il patrimonio di oltre 8 milioni di euro tra immobili, terreni e auto e 600 mila euro in contanti,  è stato ora  sequestrato a garanzia della signora circuita.  La coppia, grazie alla compiacenza del medico responsabile della struttura in cui la vittima era ricoverata, ha carpito la nomina di curatrice della signora. La ‘bella vita’ è iniziata grazie ai soldi della vittima, anche grazie alla vendita di tre appartamenti in Riviera Ligure. A insospettire le Fiamme Gialle sono state le anomale movimentazioni finanziarie della indagata.

Redazione

cc 1

Teneva il cadavere dell’anziana madre nel congelatore, orrore nel Biellese

BIELLA 6 SET – Il cadavere di una anziana, probabilmente morta da alcuni mesi, è stato trovato oggi dai Carabinieri nel congelatore dell’abitazione in cui viveva col figlio. Il macabro ritrovamento è stato fatto in una frazione di Trivero, nell’alta collina della provincia di Biella. A dare l’allarme sarebbero stati i vicini di casa, che da alcuni mesi non avevano più notizie della donna. Il figlio, fermato dai militari è per ora stato denunciato per occultamento di cadavere. Sono in corso ulteriori indagini per stabilire le ragioni del gesto. I primi elementi raccolti raccontano di una donna di 103 anni ed il figlio di 63 che si erano trasferiti da Piacenza in frazione Bellavista, nella casa che la famiglia utilizzava per la villeggiatura. “Sono in corso indagini rivolte ad accertare le circostanze e le modalità che hanno portato al decesso – si limitano a dire i Carabinieri – da collocarsi in epoca di molto antecedente al rinvenimento”

Redazione

polizia

Svuotano scuola a Biella e provano a rivendere merce a Porta Palazzo

BIELLA 12 GIU – Dopo aver rubato tablet, tv, computer e fotocamere da una scuola di Sagliano Micca (Biella), per un valore di 15 mila euro, hanno provato a rinvendere la refurtiva a Torino nel mercato di Porta Palazzo. Con questa accusa sono stati fermati, proprio nel capoluogo piemontese, un marocchino maggiorenne, che in seguito è stato arrestato, e due minorenni residenti nel Biellese, denunciati. L’operazione è stata condotta dagli agenti del commissariato Dora Vanchiglia. I tre, una volta in commissariato, avrebbero confessato.

Redazione

ambulanza

Le muore il nipote accanto, ma è semiparalizzata: soccorsa dopo due giorni.

BIELLA 22 MAG – E’ morto, colto da malore, accanto all’anziana zia semiparalizzata che stava accudendo: la donna, 91 anni, ha tentato inutilmente per due giorni di dare l’allarme. Il dramma è accaduto in una casa a Mongrando, nel Biellese. Quando i soccorritori sono intervenuti la signora, bloccata su una sedia a rotelle, versava in stato di choc ed era quasi disidratata: ora è in ospedale in gravissime condizioni.
Il corpo senza vita del nipote, Antonio Fontana, 61 anni, era nel suo letto. Da giovedì scorso la zia ha cercato di attirare l’attenzione accendendo e spegnendo la luce di continuo. Dopo quasi quarantotto ore, non sentendo più rumori provenire dall’appartamento, i vicini si sono allarmati, chiamando i vigili del fuoco. Sul posto sono accorsi anche i Carabinieri, gli operatori del 118 e gli assessori comunali Domenico Sposato e Yurj Rosso, i quali, dopo il ricovero della donna, hanno provveduto a trovare una sistemazione anche al cane della vittima Fontana.

Redazione


 

Rapinò due tassisti a Torino, condannato a 4 anni di carcere

TORINO 19 MAG – E’ stato condannato a 4 anni di carcere Giuseppe G., 30 anni, accusato di avere rapinato due tassisti fra l’8 dicembre e il 7 gennaio. La sentenza è stata pronunciata dal gup Silvia Carosio al termine di un rito abbreviato. L’uomo, che ha ammesso gli addebiti mossi dal pm Andrea Padalino giustificandosi con il fatto di essere un tossicomane, ha agito la prima volta brandendo un coltello e la seconda con una pistola (“una scacciacani a salve”, ha detto). Giuseppe G. è stato arrestato il 13 gennaio: aveva ancora la tessera sanitaria dei due tassisti.

Redazione


Spazio elettorale a pagamento elezioni Comunali di Torino 2016ricca

cc 1

Rave party a Masserano (BI), arrivano 250 denunce

BIELLA 8 MAR – Duecentocinquanta persone, tra cui 16 minorenni e 67 stranieri, sono state denunciate per il rave party avvenuto lo scorso novembre nei capannoni della ex Ellena a Masserano, in località San Giacomo, nel biellese. Gli accusati dovranno rispondere di invasione di terreni ed edifici privati. Ad organizzare il rave era stato un gruppo di ragazzi francesi.

Redazione

sardinia

vvff

Dramma sfiorato, un’esplosione fa crollare casa nel biellese: 4 feriti

BIELLA 18 FEB – Poteva essere una strage la forte esplosione che ha causato in serata il crollo di una casa di  Sagliano Micca, nel Biellese.  A provocarla, secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco intervenuti sul posto, lo scoppio di una bombola di gas per cause da accertare. Quattro le persone ferite: il più grave, un uomo di trent’anni che viveva nell’alloggio dove probabilmente è avvenuta l’esplosione, è stato estratto dalle macerie e trasportato all’ospedale di Biella. L’uomo, estratto dalle macerie, all’incirca un’ora dopo l’esplosione, era cosciente e rispondeva ai soccorritori del 118. Soltanto lievi ferite, invece, per gli altri tre, tutti abitanti delle case vicine.
Il crollo all’ora di cena, poco prima delle ore 20 nella centralissima via Roma, a due passi dalla chiesa parrocchiale.  “Abbiamo sentito i muri tremare, pensavamo al terremoto” raccontano alcuni testimoni, scesi in strada dopo l’esplosione. Buona parte del paese è rimasto al buio, a causa di un black out elettrico; numerose le famiglie che nella zona hanno chiuso il gas, a scopo precauzionale, mentre tutta la zona è stata transennata per la sua messa in sicurezza.
Lo spostamento d’aria ha rotto i vetri delle finestre di molte case del vicinato. Alcune famiglie hanno lasciato le proprie abitazioni, e trascorreranno la notte da amici e parenti.

Redazione

polizia

Due anni di carcere allo spacciatore marocchino di Collegno arrestato nel biellese

BIELLA 21 GEN – Due anni di reclusione e 4 mila euro di multa. E’ la pena inflitta a Mohammed Said, il marocchino di 28 anni residente a Collegno, che lo scorso luglio fu sorpreso nel biellese con un carico di quasi 4 chilogrammi di hashish nascosti nell’auto. La droga (oltre 16 mila dosi per un valore di oltre 15 mila euro) era piazzata dietro al pannello in plastica della portiera anteriore della vettura.

Redazione

cannabis

Polizia e Carabinieri sequestrano oltre 135 chili di marijuana a 5 giovani albanesi

BIELLA 23 DIC – Ben 135 kg di droga : è quanto contestato dalla Polizia Stradale a cinque persone di origine albanese fermate al casello autostradale di Rondissone, sulla A4. Sull’auto bloccata sono stati trovati subito 88 chili di marijuana.  L’operazione, nata dalla collaborazione di Carabinieri e Polizia di Biella, ha poi portato  alla scoperta di altri 47 chili di droga in un appartamento di Torino. I cinque denunciati sono giovani, tre uomini e due donne, hanno tra i 18 e i 30 anni.

Redazione