Anpas-Servizio-Civile

Servizio civile, utimi giorni per le domande: 326 posti in Anpas Piemonte

TORINO 19 GIU.   Il 26 giugno, alle ore 14, scade il termine per la presentazione delle domande di servizio civile nazionale. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono disponibili 326 posti per ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. I settori di attività sono i servizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva.

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è di dodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.

I progetti di servizio civile nazionale in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario sono: “Compagni nel viaggio” (44 posti), “Si viene e si va” (49 posti), “Strada facendo vedrai” (50 posti), “Un sorriso e una parola” (38 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto.

I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 sono: “Mi fido di te” (50 posti), “Dopo il viaggio” (49 posti) e “Vado al massimo” (46 posti). Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto.

Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti. La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 14 del 26 giugno 2017.

Al seguente link l’elenco completo delle sedi Anpas dove è possibile far domanda di servizio civile e la modulistica necessaria:

http://www.anpas.piemonte.it/2017/05/servizio-civile-nazionale-in-pubblica-assistenza-anpas-disponibili-326-posti-in-piemonte/

Redazione

Anpas-Servizio-Civile

Anpas Piemonte offre 326 posti per il servizio civile

TORINO 26 MAG – Opportunità di servizio civile nazionale in Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) per ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. Anpas con oltre 2.700 posti si conferma il primo Ente in Italia. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono 326 i posti disponibili. Si potrà presentare domanda entro le ore 14 del 26 giugno, i settori di attività sono iservizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è didodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.I progetti di servizio civile nazionale in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario sono: “Compagni nel viaggio” (44 posti), “Si viene e si va” (49 posti), “Strada facendo vedrai” (50 posti), “Un sorriso e una parola” (38 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto. I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 sono: “Mi fido di te” (50 posti), “Dopo il viaggio” (49 posti) e“Vado al massimo” (46 posti).Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto. Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 14 del 26 giugno 2017.

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Compagni nel viaggio” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Casale (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (4);

Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Si viene e si va” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Bianca Acqui Terme (4); Croce Verde Alessandria (4); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (2); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (4); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (5); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (1); Croce Verde Nizza Monferrato (4); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Dogliani (2); Gruppo Volontari del Soccorso Clavesana (2); Croce Bianca Fossano (4); Volontari Valli Monregalesi Villanova Mondovì (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Strada facendo vedrai” (sociale) e numero di posti disponibili:

Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Vasc Volontari Assistenza e Soccorso Caravino (4); Ivrea Soccorso (2); Croce Bianca Orbassano (4); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (7); Croce Verde Bessolese Scarmagno (1); Croce Giallo Azzurra Torino (3); Croce Verde Torino (14); Croce Bianca del Canavese Valperga Canavese (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (5).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Un sorriso e una parola” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (4); Croce Verde None (4); Croce Verde Perosa Argentina (4); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (4); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Verde Saluzzo (6); Croce Verde Saluzzo Sezione Sanfront (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Mi fido di te” (emergenza) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Vasc Volontari Soccorso e Assistenza Caravino (2); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (2); Croce Verde None (2) Croce Bianca Orbassano (4); Croce Verde Perosa Argentina (2); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (2); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (4); Pubblica Assistenza Sauze d’Oulx (1); Croce Verde Bessolese Scarmagno (2); Croce Verde Torino (6); Croce Bianca del Canavese Valperga C.se (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Dopo il viaggio” (emergenza) e numero dei posti disponibili

Croce Bianca Acqui Terme (5); Croce Verde Alessandria (3); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (4); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (2); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (4); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (2); Croce Verde Nizza Monferrato (5); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Clavesana (2); Volontari del Soccorso Dogliani (1); Croce Bianca Fossano (2); Croce Verde Saluzzo (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Vado al massimo” (emergenza) e numero dei posti disponibili:

Croce Verde Casale Monferrato (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Ivrea Soccorso (2); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (2); Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

Redazione

ovuli

Pusher della movida va a rinnovare il passaporto, ma lo arrestano

TORINO 23 MAG – Forse certo di farla franca, è andato a rinnovare il passaporto in questura ad Asti, ma è stato arrestato perché ricercato per spaccio di droga nella zona della movida di San Salvario a Torino. In manette è così  un senegalese di 50 anni, destinatario dell’ordine di cattura emesso dalla procura della Repubblica di Torino. L’immigrato è stato portato al carcere di Quarto d’Asti, dove dovrà scontare una pena detentiva di un anno e un mese.

Redazione

snow

Maltempo, è allarme piogga congelante sul basso Piemonte

TORINO 11 GEN – Ancora una spruzzata di neve di pochi centimetri è attesa domani sul Piemonte, ma il vero problema riguarderà la micidiale pioggia congelante prevista sul basso Piemonte. Il fenomeno, consueto nei Paesi dell’Est, avviene normalmente dopo numerosi giorni sottozero e l’arrivo improvviso di piogge che, a contatto col suolo, gelano all’istante. Questo fenomeno riguarderà  nelle prossime ore in particolare le valli alessandrine dello Scrivia e cuneese-alessandrina del Tanaro. Sul resto del Piemonte sono invece previsti nevischio e neve, con depositi modesti, un paio di centimetri. Venerdì 13 sarà invece caratterizzato da nevicate e tormente sui settori alpini in quota tra Torinese e Valle d’Aosta e sull’alta Ossola: le raffiche di vento a 100-120 chilometri orari  si spingeranno anche fino in pianura.

Redazione

Foto Marina Militare

Asti, due migranti nigeriani arrestati per sequestro di persona

ASTI 13 DIC – Per protesta contro una presunta mancanza sulla ‘diaria’, due migranti nigeriani del centro di accoglienza di Costigliole d’Asti hanno pensato bene di rinchiudere in una stanza un dipendente della struttura, un giovane di 25 anni. I due nigeriani di 23 e 26 anni ora dovranno rispondere di sequestro di persona in concorso . Secondo i due stranieri la struttura non avrebbe loro elargito la corretta diaria, contestando un ammanco. Il ragazzo rinchiuso è riuscito a chiamare il 112 ed è stato liberato dopo 40 minuti dai Carabinieri. I due nigeriani sono stati ristretti presso le camere di sicurezza della caserma, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Redazione

palio

Il Palio di Asti 2016 ha i colori giallorossi di Nizza Monferrato

ASTI 18 SET – “Palio perfetto. I purosangue hanno smentito tutti i detrattori e con una corsa bellissima hanno dimostrato che la nostra pista è perfetta” sono le parole del Sindaco di Asti Fabrizio Brignolo subito dopo aver consegnato il drappo al Comune di Nizza Monferrato, vincitore del Palio 2016.

Un Palio bello, emozionante, lottato, ben “giocato” e ben guidato con autorevolezza dal mossiere Daniele Masala. pentatleta olimpionico alla sua prima volta ad Asti. Anche gli altri “debutti” sono stati apprezzati; dal neo capitano Michele Gandolfo al Presidente della Commissione Tecnica Andrea Marchisio.

Oltre cinquemila i biglietti venduti e un grande affollamento nel parterre (con qualche rallentamento negli accessi).

Il Palio 2016 del Maestro Mauro Chessa ha preso quindi la via di un Comune che aspettava la vittoria da 30 anni. Ci ha pensato “Tittia” a regalarlo ad un emozionato rettore Pierpaolo Verri, sottraendolo al cavallo di Cattedrale, guidato dall’espertissimo Dino Pes, in testa fino all’ultimo giro.

A giocarsi la finale sono stati Moncalvo con il fantino astigiano Federico Arri, San Damiano con Antonio Siri, Santa Maria Nuova con Martin Ballestreros, Tanaro Trincere Torrazzo con Sandro Gessa, Baldichieri con Simone Mereu, Nizza con Giovanni Atzeni, San Lazzaro con Giuseppe Zedde, Don Bosco con Gianluca Fais e Cattedrale con Dino Pes.

Due le false partenze e una lunga attesa dovuta ad un ferro perso proprio dallo splendido cavallo di Cattedrale, che in testa fino all’ultima curva ha deluso, con la caduta di Dino Pes, le aspettative dei tanti appassionati borghigiani (molte le lacrime viste in tribuna), Cattedrale infatti aspettava la vittoria dal 1977. Il suo cavallo “scosso” si è aggiudicato il quarto posto (e il gallo vivo)

Secondo classificato è il Rione San Lazzaro (monete d’argento), terzo Santa Maria Nuova (speroni), quarto Cattedrale, al quinto posto si piazza Tanaro (coccarda), al sesto il Comune di Baldichieri, poi il Borgo Don Bosco con cavallo scosso, il Comune di Moncalvo e il Comune di San Damiano (“inchioda”).

B.M.

cc 1

Prostituzione in strada, multati 10 clienti ad Asti

ASTI 29 AGO – Dieci prostitute e altrettanti clienti sono stati multati sabato notte ad Asti dai Carabinieri. Si è trattato di un “servizio ad ampio raggio finalizzato a contrastare il fenomeno della prostituzione su strada nel capoluogo” spiegano dal Comando provinciale dell’Arma di Asti. Una decina di militari della Compagnia di Asti, insieme alla Polizia Municipale, ha condotto le verifiche sulle strade del capoluogo astigiano.

Redazione

Renzo Arbore-1

Asti Musica chiude in bellezza con Arbore. Il sindaco: ‘Bilancio molto positivo’

ASTI 21 LUG –  Le note di Reginella suonano e la gremitissima (circa 2000 persone) Piazza Cattedrale vibra di emozione. Solo l’inizio per un concerto di tre ore che ha divertito, emozionato, caricato. Uno splendido Renzo Arbore dall’alto dei suoi 79 anni portati con grande eleganza e ironia, supportato dalla sua storica Orchestra Italiana, ha incantato i momenti finali della 21 ^ edizione di Asti Musica. Ha ballato il pubblico festante con i grandi classici della musica napoletana e con i cavalli di battaglia del cantante foggiano con Napoli nel cuore. Cacao Meravigliao, ma la notte no, gli omaggi a Murolo, Carosone, Totò, non è mancato un fumoso accenno jazz con saluto a Paolo Conte. Ancora emozioni con i mandolini e Nessun dorma.Lascia molto spazio alla sua band, con grande rispetto e intelligenza. Sono bravi e lo meritano.Non manca l’ironia “Ieri sera, ha detto, sono andato in via Cavour e mi sono fermato a parlare. Mi hanno detto, anche qui, cose come: ma lo sa che lei fa più impressione da vivo?”. Gran finale con il pubblico tutto in piedi. Unico cuore, unico palco.

Ieri sera il festival (voluto da Comune e Asp con il supporto di Banca C.R. Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Iren, AEC, Energrid, La Stampa) dopo quattordici concerti ha spento i riflettori con la finale di Asti Live Band Music Contest venti gruppi emergenti si sono sfidati sotto la regia dell’Associazione M.e.T.A.

Il concorso, promosso dalla Confartigianato per il 70° di fondazione, non si fermerà alla prima edizione e tornerà il prossimo anno.Ecco i vincitori.

Cover band junior: Free sound, Castagnole Lanze (premio in denaro). La formazione (Sanela Vasileva, Antonio Rondinelli, Andrea Bianco, Mario Bassino, Mattia Colombaro) è stata premiata da Massimo Cotto, direttore artistico di Astimusica

Cover band senior: Soul Power, Asti (premio in denaro). Ha consegnato la targa al gruppo (Andrea Caldi, Giulia Rossi, Beppe Peccheneda, Lucio Zaninotto, Franco Olivero, Roberto Bazzano, Mauro Tagliatti, Franco Bogliano, Daniele Pasciuta, Corrado Schialva, Giancarlo Bottino, Oscar Casavecchia) il presidente di Confartigianato Biagio Riccio.

Categoria inediti: The Swede, Asti (produzione discografica SB Record e realizzazione di un video clip professionale). A nome della giuria Gianluca Guzzetta ha premiato la band (Fabio Delcrè, Andrea Camerano, Matteo Grasso, Flavio Ritelli).

La serata, resa allegra dal comico e cabarettista Gianpiero Perone, è stata chiusa dal sindaco Fabrizio Brignolo. ‘Si chiude quindi questa ventunesima edizione con un bilancio molto positivo – dichiara il primo cittadino di Asti  – con Comune e Asp che già guardano all’edizione 2017. Circa 5000 gli spettatori paganti e il 7 settembre si recupera il concerto di Ezio Bosso. Molte idee in cantiere per l’edizione 2017.  Così il direttore artistico Massimo Cotto:”Occorre concentrare il programma su sole dieci serate, cinque grandi concerti a pagamento e altrettanti gratuiti.” Gli fa eco la presidente dell’Asp Giovanna Beccuti:  “Far crescere la manifestazione, disseminandola di eventi durante l’anno. Gli spettatori paganti, ha confermato il direttore organizzativo Gianluigi Porro, sono stati circa 5000 (di cui 2000 al concerto di Arbore e l’Orchestra Italiana), cui si aggiungono quelli ai concerti gratuiti.In 1200 hanno ascoltato Capossela, mentre per Rocco Hunt sono entrati in 600 e in 1000 hanno applaudito Al Bano. Poi ci sono i 600 spettatori che hanno tenuto i tagliandi per Ezio Bosso, che recupererà la serata persa a luglio il 7 settembre al Teatro Alfieri (in cinquanta hanno chiesto il rimborso)”.

Il sindaco Fabrizio Brignolo ha rimarcato che “sarebbe bello uscire da piazza Cattedrale, a fine concerto, e camminare in un centro storico senza auto per raggiungere gli altri luoghi di festa. Ne guadagnerebbero l’atmosfera e il piacere di sentirsi in una città più fruibile. Mettiamo anche questo – ha concluso tra gli impegni della prossima edizione”. Menzione speciale anche al concorso “Premio d’autore Città di Asti organizzato dall’associazione Elinor che, tra i ventisei artisti partecipanti ha incoronato Elisabetta Gagliardi con il brano “Una volta sola”. Sarà lei a volare a New York al Festival della canzone italiana.

B.M.

 

Gagliardi Premio d'Autore-2

Una alessandrina volerà a New York per il Premio d’Autore Città di Asti

ASTI 19 LUG –  Sarà Elisabetta Gagliardi con il brano “Una volta sola” a volare a New York al Festival della canzone italiana: è lei la vincitrice del Premio d’Autore Città di Asti che sul palcoscenico di Astimusica ha portato ieri sera ventisei cantanti. La solista ha 32 anni ed è di Alessandria: l’11 settembre, come ha ricordato il direttore della giuria Toni Vandoni (Radio Italia) al Teatro Millenium sarà tra i cinque italiani che si sfideranno, insieme ad altrettanti ragazzi americani, per arrivare primi al Festival della canzone italiana. Per ora, grazie al brano che ha eseguito in scena con il bassista Nicola Bruno, si aggiudica la targa del premio voluto da Associazione culturale Elinor e Comune di Asti. Seconda classificata Gloria Galassi di Cesena con “E sta a vedere che hai ragione tu”, terzo con “Non è mai tardi” Marco Previato di Trofarello (To).

Alla goriziana Margherita Pettarin è andata invece la targa “Musica e Solidarietà”: secondo il personale giudizio di Aldo Bergoglio (Associazione Progetto Sarah) la sua canzone, “Un momento”, è stata quella che ha emozionato di più. Nessun riconoscimento (ma molti incitamenti dal pubblico) per l’unica concorrente astigiana, Elisabetta Arpellino di San Damiano, tra i più giovani concorrenti in gara e in assoluto la più vicina alla città (chi ha fatto più strada è arrivato da Gela). Tra gli spettatori non sono mancati gruppi di fan che hanno animato la piazza con incitamenti e striscioni. Buona la qualità dei brani presentati, molto differenti tra loro come i loro esecutori (tra i 17 e i 60 anni di età). “Uno solo cantante andrà a New York, ma gli altri venticinque sono comunque meritevoli di attenzione” ha premesso Vandoni prima che si proclamasse il vincitore. Ai giovani artisti l’incitamento di Massimo Cotto, direttore artistico di Astimusica e componente della giuria: “La cosa più importante è avere talento e salire sul palco giorno dopo giorno. Alla fine la strada la trovi. Proprio come in questi anni è successo a tanti ospiti di Astimusica, da Max Gazzè ai Subsonica”.  Chi non canterà mai in pubblico, invece, è il sindaco Fabrizio Brignolo che, sollecitato dalla presentatrice Betty Martinelli, ha confessato dal palco: “Sono stonato, scapperebbero tutti. Meglio di no. Canto sotto la doccia, mi piacciono De Gregori e Vecchioni”.Risate dal pubblico, che aspetta di tornare in piazza Cattedrale il prossimo anno: il Premio d’Autore Città di Asti non si fermerà alla prima edizione.Artisti-1 Pettarin Musica e Solidarietà-3

 

La classifica

1) Elisabetta Gagliardi feat Nicola Bruno, “Una volta sola”

2) Gloria Galassi, “E sta a vedere che hai ragione tu”

3) Marco Previato, “Non è mai tardi”

4) Federica Arestia,“Suoni d’orchestre”

5) Clarissa Vichi, “Un fiore”

6) Elisabetta Arpellino, “ Settembre”

7) Marco Sentieri, “ La nuova generazione”

8) Margherita Pettarin, “Un momento”

9) Sara Magdalena, “ Non sono clandestina”

10) Giuseppe Torrente, “ Resto a sentire”

11) Francesco Misitano, “ Salvami”

12) Walter Piva, “ I passi del guerriero”

13) Valentina Nassano, “Piccoli dettagli di un amore”

14) Salvatore Golia, “Clochard”

15) Filippo Rossi, “La mia 500”

16) Loma, “La mia Isola”

17) Gionathan De Stradis, “Sei come musica”

18) Sara Bufi, “Per te”

19) Alfredo De Rogatis, “ La notte”

20) Mirko Oliva, “Abbracciami ancora”

21) Giulia Furgiuele, “Si amo musica”

22) Tony Riggi, “Emily”

23) Carlo D’Andrea, “Pagine”

24) Mauro Carrero, “Medea”

25) Marco Andreazzoli,“ Hai delle pietre negli occhi”

26) Iuri Bianchi, “Oltre la finestra…tu”

Stasera, intanto, il festival accoglierà in piazza Cattedrale Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana: sarà grande musica. “La scaletta del concerto – anticipa Arbore coniuga il nuovo e l’antico suono di Napoli: voci e cori appassionati, girandole di assoli strumentali, un’altalena di emozioni sprigionate dalle melodie della musica napoletana che evocano albe e tramonti, feste al sole e serenate notturne, gioie e pene d’amore”.

Inizio alle 21.30 (biglietti a 50, 30 e 20 euro). Domani la rassegna chiude con Asti Live Band Music Contest, concorso per gruppi emergenti astigiani promosso dalla Confartigianato per i 70 anni di attività e curato da Associazione M.e.T.A. Ingresso libero.

Redazione

 

scap

Continua il successo di Asti Musica, stasera La Scapigliatura e Blindur

ASTI 11 LUG –  Dopo la performance di Rocco Hunt e la bravura degli scanzonati Stranivari, Asti musica propone per questa  sera il duo La Scapigliatura –  Blindur animare la bella Piazza Cattedrale. Domani sarà invece il momento del blues con Lurrie Bell e la sua band.Si inizia alle 21.30, ingresso libero.  Il nutrito cartellone, organizzato da Asp e Comune di Asti, per la direzione artistica di Massimo Cotto (supportato da Banca C.R. Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Iren, AEC, Energrid, La Stampa) vede questa settimana in programma:

Mercoledì 13 l’attesa presenza di Al Bano, amato artista pugliese che a 16 anni pensò di emigrare a Milano, seguendo le orme di Domenico Modugno e che fu premiato nel 1967 con l’incredibile successo “Nel sole”(un milione e trecentomila copie vendute). Ventisei dischi d’oro e 8 di platino, concerti in tutto il mondo per il cantante, prestato anche al mondo del cinema.

Ore 21.30, la prevendita del biglietto (30 e 20 euro) è in corso (www.astimusica.info).

Giovedì 14: i vincitori di Area Sanremo 2016 Miele e Mahmood, apertura concerto: Inigo

Ore 21.30, ingresso libero

Venerdì 15: Francesco Gabbani, cantautore e polistrumentista toscano di facile ascolto, ma per nulla banale. E’ il vincitore del Festival di Sanremo 2016 fra le nuove proposte. Apertura concerto: Roberta Bonanno, cantante milanese, seconda classificata alla settima edizione di Amici.

Ore 21.30, ingresso libero

Sabato 16: Arriva Vinicio Capossela

Ironico, sentimentale, istrionico, il più dotato tra i cantautori italiani della sua generazione. Racconta di guitti e vicoli chiassosi, pagliacci e marajà, notti insonni e corvi torvi. Blues, Jazz, teatro, atmosfere circensi. Artista errante, Capossela ha fatto del randagismo quasi una filosofia di vita.

Appuntamento in piazza Cattedrale alle 21.30. Biglietti a 25 euro (prevenditawww.astimusica.info).

Domenica 17: Ermal Meta

Ore 21.30, ingresso libero

Per quest’artista albanese naturalizzato italiano la meta è stata già raggiunta come autore di canzoni (che si sono fatte ascoltare da milioni di persone attraverso le voci di Marco Mengoni, Francesco Renga, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Chiara Galiazzo, Patty Pravo, Clementino, Francesco Sarcina, Lorenzo Fragola, Fiorella Mannoia, Fedez) e di varie colonne sonore.

Apertura concerto: Carlo Bolacchi, un cantautore sardo, che affronta tematiche quotidiane legate al malcontento popolare e al sociale.

Info: www.astimusica.it

Redazione