vento

Da Torino a Venezia in bici: con ”VenTo” un sogno aperto a tutti

TORINO 31 MAG – Dal 2 all’11 giugno si svolgerà la quinta edizione di VENTO Bici Tour, da Venezia a Torino in viaggio lungo la ciclovia VENTO. Il Politecnico di Milano organizza tanti eventi e porta tante biciclette sugli argini del fiume Po. Per la prima volta VENTO Bici Tour si apre a tutti. Due lunghi weekend sui pedali sul tracciato della futura ciclovia VENTO, la più lunga dorsale cicloturistica d’Italia, in progetto e già inserita nel Sistema nazionale delle ciclovie turistiche. Un’occasione unica per scoprire la ricchezza di un territorio per molti sconosciuto ma straordinariamente bello. Un’occasione imperdibile per passare dentro alla bellezza di queste terre, fatta di colori, sapori, odori, architetture, storie e tradizioni che aspettano di essere riscoperte.

La quinta edizione di VENTO Bici Tour propone due pedalate collettive: dal 2 al 4 giugno da Venezia a San Benedetto Po; dal 9 all’11 giugno da Pavia a Torino. Il 9, 10 e 11 giugno il Piemonte sarà coinvolto e attraversato dal tour con tre tappe a Valenza, Trino Vercellese e Torino, dove si concluderà l’itinerario. Dal 2016 VENTO è nel Sistema nazionale delle ciclovie turistiche voluto dal Ministero delle Infrastrutture (MIT) e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT). In questo momento il Politecnico di Milano assieme a Regione Piemonte, Regione Lombardia, Regione Emilia-Romagna, Regione Veneto e Infrastrutture lombarde (ILSPA) sta lavorando alla progettazione di VENTO. Mercoledì 7 giugno a Cremona il VENTO day: un momento di confronto tra Governo, Fondazioni bancarie, Regioni e Università sullo stato di avanzamento del progetto e sugli sviluppi del Sistema nazionale delle ciclovie turistiche.

Tanti gli eventi culturali ed enogastronomici che saranno organizzati anche grazie alla preziosa collaborazione di Slowfood.

Sul sito di VENTO (www.progetto.vento.polimi.it) tutti gli aggiornamenti e le informazioni inerenti il Tour, la possibilità di iscriversi alle giornate di pedalata collettiva e il programma degli eventi.

Redazione

tgv

Tgv investe uomo ad Alpignano, tratta Torino- Modane sospesa

TORINO 29 MAG – Il Tgv investe un uomo, probabilmente un suicida, all’altezza di Alpignano e la circolazione ferroviaria sulla linea Torino-Modane tra Collegno ed Avigliana  viene sospesa. Il fatto è accaduto poco dopo le 16 e il treno coinvolto, il Tgv 9248 ha terminato la propria corsa nella stazione di Alpignano.
I treni da e per Susa e Bardonecchia – informa Trenitalia – fanno capolinea rispettivamente a Bussoleno e Avigliana. Tra Avigliana e Collegno è stato invece attivato un servizio sostitutivo con bus. Da Collegno è possibile utilizzare la metropolitana e i mezzi urbani. La vittima non è ancora stata identificata dalla Polfer, che sta operando sul luogo.

Redazione

Anpas-Servizio-Civile

Anpas Piemonte offre 326 posti per il servizio civile

TORINO 26 MAG – Opportunità di servizio civile nazionale in Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) per ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 29 anni non compiuti. Anpas con oltre 2.700 posti si conferma il primo Ente in Italia. Nelle Pubbliche Assistenze Anpas del Piemonte sono 326 i posti disponibili. Si potrà presentare domanda entro le ore 14 del 26 giugno, i settori di attività sono iservizi di emergenza 118 e di trasporto socio sanitario di tipo ordinario come servizi di accompagnamento per visite, terapie e dialisi. Un anno di crescita civile e formativa, di alto valore sociale ed educativo e di cittadinanza attiva. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso, che abbiano compiuto diciotto anni e non superato i ventotto anni (28 anni e 364 giorni) al momento della presentazione della domanda e in possesso dei seguenti requisiti: cittadini italiani, cittadini degli altri paesi dell’Unione europea, cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti e non aver riportato condanne. La durata del servizio è didodici mesi, 30 ore settimanali. Ai volontari in servizio civile nazionale spetta un assegno mensile di 433,80 euro.I progetti di servizio civile nazionale in Anpas, approvati e finanziati, che riguardano l’ambito del socio sanitario sono: “Compagni nel viaggio” (44 posti), “Si viene e si va” (49 posti), “Strada facendo vedrai” (50 posti), “Un sorriso e una parola” (38 posti).

Tali progetti prevedono lo svolgimento di servizi socio-sanitari sia su pulmini sia su autoambulanze per quei cittadini che devono effettuare terapie come dialisi, trasporti interospedalieri, essere dimessi da ospedali o case di cura, frequentare centri diurni di socializzazione o riabilitazione. In molti casi gli utenti possono essere persone disabili che spesso necessitano di essere accompagnate negli spostamenti in quanto non autosufficienti o perché bisognosi di particolari accorgimenti durante la fase del trasporto. I progetti di servizio civile in Pubblica Assistenza Anpas nel campo del soccorso di emergenza 118 sono: “Mi fido di te” (50 posti), “Dopo il viaggio” (49 posti) e“Vado al massimo” (46 posti).Questi progetti includono, oltre alla possibilità di effettuare i servizi sociali precedentemente descritti, anche l’impiego in servizi di emergenza urgenza 118.

I volontari in servizio civile saranno quindi impegnati nel ruolo di soccorritore in ambulanza e in tutte le mansioni concernenti le attività di emergenza e primo soccorso. I progetti prevedono l’inserimento e il tutoraggio dei volontari a partire da un’adeguata formazione certificata dalla Regione Piemonte e da un successivo periodo di affiancamento a personale più esperto. Le lezioni teorico-pratiche riguarderanno, tra gli altri argomenti, la gestione dell’emergenza, la rianimazione, l’utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno, il trattamento del paziente traumatizzato, la comunicazione e la relazione d’aiuto.

È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto di servizio civile nazionale, da scegliere tra i progetti inseriti nel bando. La presentazione di più domande comporta l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti.

La domanda di partecipazione, indirizzata direttamente alla Pubblica Assistenza che realizza il progetto prescelto, deve pervenire alla stessa entro le ore 14 del 26 giugno 2017.

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Compagni nel viaggio” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Casale (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (4);

Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Si viene e si va” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Bianca Acqui Terme (4); Croce Verde Alessandria (4); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (2); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (4); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (5); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (1); Croce Verde Nizza Monferrato (4); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Dogliani (2); Gruppo Volontari del Soccorso Clavesana (2); Croce Bianca Fossano (4); Volontari Valli Monregalesi Villanova Mondovì (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Strada facendo vedrai” (sociale) e numero di posti disponibili:

Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Vasc Volontari Assistenza e Soccorso Caravino (4); Ivrea Soccorso (2); Croce Bianca Orbassano (4); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (7); Croce Verde Bessolese Scarmagno (1); Croce Giallo Azzurra Torino (3); Croce Verde Torino (14); Croce Bianca del Canavese Valperga Canavese (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (5).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Un sorriso e una parola” (sociale) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (4); Croce Verde None (4); Croce Verde Perosa Argentina (4); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (4); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Verde Saluzzo (6); Croce Verde Saluzzo Sezione Sanfront (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Mi fido di te” (emergenza) e numero di posti disponibili:

Croce Verde Bricherasio (3); Vasc Volontari Soccorso e Assistenza Caravino (2); Croce Verde Cavour (3); Croce Verde Cumiana (2); Croce Verde None (2) Croce Bianca Orbassano (4); Croce Verde Perosa Argentina (2); Croce Verde Pinerolo (6); Croce Verde Porte (2); Croce Bianca Rivalta di Torino (3); Croce Verde Cascine Vica Rivoli (4); Pubblica Assistenza Sauze d’Oulx (1); Croce Verde Bessolese Scarmagno (2); Croce Verde Torino (6); Croce Bianca del Canavese Valperga C.se (2); Croce Verde Vinovo (3); Croce Bianca Volpiano (3).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Dopo il viaggio” (emergenza) e numero dei posti disponibili

Croce Bianca Acqui Terme (5); Croce Verde Alessandria (3); Croce Verde Arquata Scrivia (2); Croce Verde Cassano Spinola (2); Croce Verde Felizzano (4); Croce Verde Ovada (4); Croce Verde Stazzano (1); Avis Primo Soccorso Valenza (2); Croce Verde Villalvernia (1); Croce Verde Asti (4); Croce Verde Onlus Mombercelli (4); Croce Verde Montemagno (2); Croce Verde Nizza Monferrato (5); Croce Verde Bagnolo Piemonte (2); Croce Bianca Ceva (1); Volontari del Soccorso Clavesana (2); Volontari del Soccorso Dogliani (1); Croce Bianca Fossano (2); Croce Verde Saluzzo (2).

 

Elenco delle Pubbliche Assistenze coinvolte nel progetto “Vado al massimo” (emergenza) e numero dei posti disponibili:

Croce Verde Casale Monferrato (3); Servizio Radio Emergenza Grignasco (3); Gruppo Volontari Ambulanza del Vergante Nebbiuno (5); Novara Soccorso (5); Volontari Soccorso Cusio Sud-Ovest San Maurizio d’Opaglio (4); Volontari Soccorso Sud Canavese Caluso (2); Ivrea Soccorso (2); Croce Verde Gravellona Toce (3); Corpo Volontari del Soccorso Omegna (2); Corpo Volontari Soccorso Ornavasso (2); Squadra Nautica Salvamento Verbania (3); Croce Verde Verbania (2); Corpo Volontari del Soccorso Villadossola (2); Volontari Assistenza Pubblica Ciglianese (3); Volontari del Soccorso Bassa Valsesia Serravalle Sesia (2); Pubblica Assistenza Trinese (3).

Redazione

iren

Blackout in molte zone di Torino, l’Iren sta intervenendo

TORINO 26 MAG – A causa di un problema tecnico, il personale dell’Iren è al lavoro da questa notte, per cercare di risolvere i blackout elettrici in diverse parti di Torino. Il problema – informa Iren – riguarda una trentina di cabine secondarie sulle 3.600 presenti sul territorio cittadino. I tecnici le stanno ripristinando con l’ausilio di gruppi elettrogeni esterni. Sono in corso anche le verifiche del caso per stabilire le cause esatte del problema. La situazione dovrebbe tornare alla normalità entro la mattina.

Redazione

tensostruttura

Campo scuola della protezione civile tra Vaie e Sant’Antonino di Susa

TORINO 25 MAG. – Si tiene tra Vaie e Sant’Antonino di Susa, fino al 28 maggio, la 9° edizione del Campo Scuola della Protezione Civile Vayes 2017. Il Campo Scuola è organizzato dal Centro Servizi per il Volontariato Vol.To con il sostegno delle Città di Vaie e Sant’Antonino di Susa, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Questura, Prefettura, di Anpas Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, del Centro Interventi Emergenze della Croce Rossa Italiana e del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

Anpas – sempre presente sul campo durante le vere e proprie emergenze di protezione civile, come quella del recente terremoto in centro Italia – per Vayes 2017, ha messo a disposizione dell’organizzazione il modulo della cucina mobile che assicurerà i pasti per le cinque giornate di esercitazione, la tensostruttura per la mensa allestita con panche e tavoli per 250 posti, mezzi di protezione civile, ambulanze e tende pneumatiche.

La cucina mobile dell’Anpas ha una particolarità, è studiata per garantire, durante le emergenze di protezione civile, le alimentazioni corrette e specifiche per gli anziani e per i bambini, struttura che va in appoggio alle cucine centrali le quali forniscono invece i pasti a tutti gli ospiti del campo di accoglienza.  Marco Lumello, responsabile della Sala Operativa Regionale e Nazionale di Protezione Civile Anpas: «Per il secondo anno consecutivo Anpas, dopo aver partecipato alla fase organizzativa, interviene al campo scuola di protezione civile con la struttura relativa alla mensa, con la preparazione e la distribuzione dei pasti in collaborazione con il Cfiq Consorzio per la formazione, l’innovazione e la qualità di Pinerolo che oltre al periodo di formazione iniziale ha messo a disposizione degli insegnati cuochi. Oltre ai volontari della nostra Sala operativa regionale di Protezione civile sono attivamente impegnati nell’esercitazione anche numerosi volontari della Pubbliche Assistenze Anpas del territorio a supporto delle attività al campo e durante le simulazioni di soccorso sanitario». Da ben sette edizioni il Campo Scuola si svolge sotto l’egida della Protezione Civile Nazionale. All’evento partecipano oltre 200 Volontari delle Associazioni aderenti alla Commissione Volontariato e Protezione Civile del Centro Servizi Vol.To, tra cui Anpas, nonché quelle del territorio e circa 500 studenti dell’Istituto Comprensivo di Sant’Antonino.L’esercitazione consiste nell’allestimento tendopoli, di salvataggio in acque mosse, di spegnimento incendi boschivi, di evacuazione feriti, di intervento su scenari alluvionati, di ricerca e salvataggio persone scomparse in ambiente montano. L’edizione Vayes 2017 del Campo scuola fornisce quindi l’occasione per rinsaldare le pratiche e la solidità della macchina dei soccorsi e rinforzare la sinergia costruita in tanti anni in cui il volontariato specializzato è diventato una componente irrinunciabile durante questi eventi drammatici.

Si terranno inoltre diversi momenti di formazione attraverso diverse conferenze tra cui l’approfondimento sugli aspetti amministrativi relativi alla pianificazione di un’esercitazione e alla gestione di un’emergenza condotto da condotto da Marco Lumello, responsabile della Sala Operativa Regionale e Nazionale di Protezione Civile Anpas e Stefano Lergo della Commissione Protezione Civile Vol.To.

Le fotografie del 9° Campo scuola di Protezione civile Vayes 2017 sono disponibili in buona risoluzione al seguente link:

https://www.flickr.com/photos/anpas-piemonte/albums/72157684258415625

 

Redazione

croce verde rivoli

Croce verde festeggia il 110° di fondazione con 7 nuove ambulanze

TORINO 25 MAG.  – La Croce Verde Torino celebra il suo 110° anniversario di fondazione e, nell’ambito degli eventi programmati per festeggiare l’importante traguardo raggiunto, invita i propri associati e la cittadinanza alla manifestazione che si terrà a Torino domenica 28 maggio, nella splendida cornice di Piazza Palazzo di Città.

Dalle ore 11,00 in poi saranno esposte 7 nuove autoambulanze e 3 automezzi di supporto all’attività della Croce Verde Torino e si terrà la cerimonia che culminerà alle ore 12,00 con la tradizionale benedizione degli automezzi acquistati con il significativo contributo delle Dame Patronesse in memoria della Presidente Mari Viotti, nonché di Fondazione Crt, della famiglia di Renata Bergamasco, eredità di Caterina Ghibaudo e la destinazione del 5 per mille da parte dei contribuenti.Alla cerimonia sono state invitate le principali autorità cittadine nonché tutte le Consorelle Associazioni di Volontariato operanti in Piemonte.

La Croce Verde Torino aderente all’Anpas, Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, grazie ai suoi 1.356 volontari e 76 dipendenti effettua oltre 78 mila servizi annui. Si tratta di trasporti in emergenza urgenza 118, prestazioni convenzionate con le Aziende sanitarie locali, assistenza sanitaria a eventi e manifestazioni sportive con una percorrenza di circa 1.280.000 chilometri. La Croce Verde Torino conta cinque sedi operative distaccate nei comuni di Alpignano, Borgaro-Caselle, Ciriè, San Mauro Torinese e Venaria Reale, dispone di 53 ambulanze, 3 mezzi attrezzati al trasporto disabili e 28 autoveicoli per servizi socio sanitari e di protezione civile. Dal 1907 insieme ai cittadini nello spirito di “Volontari da 110 … e Lode”.

Redazione

ovuli

Pusher della movida va a rinnovare il passaporto, ma lo arrestano

TORINO 23 MAG – Forse certo di farla franca, è andato a rinnovare il passaporto in questura ad Asti, ma è stato arrestato perché ricercato per spaccio di droga nella zona della movida di San Salvario a Torino. In manette è così  un senegalese di 50 anni, destinatario dell’ordine di cattura emesso dalla procura della Repubblica di Torino. L’immigrato è stato portato al carcere di Quarto d’Asti, dove dovrà scontare una pena detentiva di un anno e un mese.

Redazione

polizia

Furto da 7 milioni a ricca ereditiera torinese, restituita parte della refurtiva

TORINO 22 MAG – Nel settembre 2015 le furono sottratte dalla propria abitazione di via Giolitti, insieme ad altri preziosi, una statuetta e una collana per un valore di 7 milioni di euro: oggi, la ricca ereditiera di Torino, ha potuto riavere i preziosi oggetti presso il Tribunale. La donna ha riconosciuto il suo girocollo, una collier in argento, oro e pietre, e la testa di una statuetta indiana, arredo in libreria. “Quest’ultima – ha spiegato la vittima – non l’avevo denunciata, perché, sul momento, mi ero soffermata sui gioielli che mancavano”. La collana e la statuetta sono state ritrovate in Lombardia, lungo il muro del cimitero dell’abbazia di Chiaravalle, grazie alle indicazioni di uno dei quattro imputati, un albanese 42enne che aveva segnalato alla Polizia il punto in cui scavare. Il resto del bottino, che sarebbe stato speso forse per ripianare dei debiti, non è stato ritrovato. “Sono dispiaciuto che il rubino non sia stato trovato – ha sostenuto oggi in Tribunale Zef Zefi, uno dei ladri della banda – e sono certo di non averlo venduto, perché era una ‘fregatura”: mi hanno offerto 80 euro a carato e quindi ho lasciato perdere”. La vittima della rapina, una ricca ereditiera, ha spiegato di aver comperato l’anello, un rubino rosso da 14 carati, con montatura interna in oro ed esterna in acciaio, in una gioielleria torinese.
Redazione
cinofili

Cani antidroga protagonisti nel blitz notturno a San Salvario

TORINO 20 MAG – Cani antidroga protagonisti la scorsa notte nel blitz delle Forze dell’Ordine  nel quartiere torinese di San Salvario, nel cuore della movida. Poliziotti, Carabinieri e Guardia di Finanza hanno controllato diverse attività nell’area di via Berthollet. Decine di persone sono state identificate e fermate:  grazie ai cani Eddie e Kira, le forze di polizia hanno recuperato diverse dosi di eroina e cocaina, alcune nascoste anche sotto le auto e sotto i cassonetti della spazzatura. Durante l’operazione alcune vie sono state temporaneamente chiuse al traffico.

Redazione

volante cc

Finito l’assedio di via Borgaro, commerciante barricato si arrende ai CC

TORINO 19 MAG – E’ durato circa 22 ore l’assedio di Ferdinando U., l’uomo che da ieri era barricato nel suo appartamento e minacciava di sparare con una pistola, a se stesso e agli altri. Stanco per la lunga resistenza, il commerciante di origini calabresi con problemi di bipolarismo si è alla fine arreso e  convinto ad aprire la porta dai Carabinieri, che lo hanno persuaso portandogli un cappuccino per la colazione. A coordinare le trattative  è stato il pm Cesare Parodi. “Io non mi butto, voi venite su e vi apro”, è stata la promessa del commerciante, che ha chiesto anche di avere la colazione. I primi ad entrare sono stati i Carabinieri delle Aliquote di Pronto Intervento (Api), che dopo aver consegnato la colazione promessa all’uomo, lo hanno fatto rivestire. Il resto lo hanno fatto i sanitari del 118.
“Sono Ferdinando. Ho una storia da raccontare”, si è limitato a dire l’uomo uscendo di casa in barella, prima di essere caricato in ambulanza per essere ricoverato all’ospedale Maria Vittoria.
I Vigili del fuoco hanno rimosso il materasso gonfiabile posto sotto l’abitazione dell’uomo, nel timore che si buttasse dal quinto piano. La pistola intravista nella diretta Facebook dell’uomo era in realtà un giocattolo.

Redazione