gtt

Sferra un pugno al controllore GTT sul 49, italiano denunciato per lesioni

TORINO 27 LUG – Ha colpito con un pugno un controllore Gtt mentre stava multando un’altra passeggera priva di biglietto. Protagonista del folle gesto un italiano di 46 anni, che è stato denunciato per lesioni dalla Polizia intervenuta sul posto, nella zona
di via Bologna. Il controllore, con un collega, stava multando una passeggera sulla linea 49, quando l’aggressore ha iniziato ad inveire contro di lui: dopo gli insulti è arrivato il pugno all’orecchio. La vittima è stato medicata in ospedale, mentre le volanti della Polizia identificavano l’aggressore.

Redazione

cannabis

Cinque kg di marijuana in casa in zona Aeronautica, albanese in manette

TORINO 27 LUGUn blitz della Polizia di Torino in un appartamento di zona Aeronautica ha portato alla scoperta di 5 kg di marijuana nascosti sopra un armadio e in un carrello della spesa. Lo stupefacente era suddiviso in nove panetti. L’inquilino dell’abitazione, un albanese di 30 anni, è stato arrestato.

Redazione

tarta

Bloccato furgone con oltre 5 mila tartarughe sull’A26: sospetto traffico di animali

ALESSANDRIA 25 LUG – Fermano un furgone per eccesso di velocità e scoprono un traffico di tartarughe. E’ accaduto sulla A26, dove la Polizia Stradale ha bloccato un furgone con targa olandese che  trasportava oltre 5.500 tartarughe. Gli investigatori non escludono che l’episodio nasconda un traffico internazionale di testuggini. Il veicolo viaggiava in direzione Alessandria e trasportava una serie di scatole con 5.500 tartarughe d’acqua (per le quali c’è libero mercato) e 20 di terra, per un valore di circa 1.000 euro. Il 25enne olandese alla guida del mezzo, non essendo in grado di esibire i documenti richiesti per quel particolare tipo di carico, è stato denunciato. Le 20 tartarughe di terra sono state sequestrate.

Redazione

polizia

Droga, arrestati due gabonesi in Barriera di Milano: confezionavano cocaina

TORINO 25 LUG – Quando la Polizia ha fatto irruzione nel loro appartamento di  di via Montanaro, nel quartiere Barriera di Milano, a Torino, due gabonesi erano intenti a confezionare dosi di cocaina da rivendere ai giardinetti. I due africani arrestati hanno 25 anni. Sequestrati nel blitz  anche alcuni cellulari e 2.900 euro in contanti.  Nello stesso quartiere gli agenti hanno fatto chiudere per 10 giorni  un bar gestito da cinesi dopo che lo scorso 13 luglio vi era stato sorpreso uno spacciatore che utilizzava un portatovaglioli come nascondiglio per la droga. Da maggio la Polizia ha sequestrato nel quartiere 25mila euro riconducibili ad attività di spaccio.

Redazione

volante cc

Cessato allarme a Ventimiglia: controllata auto in sosta e pacco sospetto

VENTIMIGLIA (IM) – E’ fortunatamente rientrato intorno alle ore 12 l’allarme bomba al mercato ortofrutticolo di Ventimiglia: due telefonate anonime a due istituti bancari hanno fatto scattare l’allerta e l’evacuazione della zona. A destare l’attenzione delle Forze dell’Ordine una vettura parcheggiata all’interno della quale era contenuto un pacco sospetto. I controlli hanno escluso la presenza di ordigni e l’allarme è quindi rientrato.

Redazione

volante cc

Allarme bomba a Ventimiglia (IM), evacuati mercato e negozi della zona

VENTMIGLIA (IM) Allarme bomba in tarda mattinata al mercato ortofrutticolo coperto di Ventimiglia: alcuni negozi e due istituti bancari  sono stati evacuati dopo una telefonata anonima che segnalava la presenza di un ordigno al mercato. Polizia, Carabinieri e Vigil idel Fuoco sono sul posto sul posto. Chiusa al traffico la zona  intorno al mercato.

Redazione

ph. sara marello

Un successo la II edizione di ‘Galleggia non galleggia’ a Casale (AL)

CASALE MONFERRATO (AL) 25 LUG –  Grande successo per la seconda edizione di “Galleggia non Galleggia” di Casale Monferrato, la goliardica competizione per imbarcazioni autoprodotte in cartone e scotch da imballaggi organizzata dagli Amici del Po con la collaborazione del Comune della Capitale del Monferrato e svoltasi domenica 24 luglio all’Imbarcadero di viale Lungo Po Gramsci. Probabilmente non è accurato stimare la cifra degli spettatori intervenuti all’evento, iniziato poco dopo le nove del mattino e protrattosi fino al tardo pomeriggio. Alcuni numeri tuttavia sono inoppugnabili e possono almeno in parte provare a raccontare la portata della manifestazione, una sfilata non competitiva sulle acque del “Grande Fiume”. Quarantasette imbarcazioni vi hanno preso parte, per un totale di oltre trecento tra costruttori e marinai. Quasi dieci volte tante sono state le persone che, anche solo per qualche minuto, hanno deciso di avvicinarsi alle acque del Po, magari semplicemente incuriosite dal gigantesco assembramento lungo la sua sponda destra, in particolare durante il pomeriggio, mentre imperversavano le discese cronometrate delle imbarcazioni costruite sul posto la mattina stessa.

Gli Amici del Po, onlus che si occupa dell’avvicinamento delle persone al fiume, della sua fruizione e della conoscenza delle sue tradizioni, ringraziano i tanti volontari che si sono adoperati alla splendida riuscita della manifestazione oltre alle istituzioni, i tanti sponsor e gli Opsa della Croce Rossa che hanno garantito ai marinai della domenica una pronta assistenza in acqua, in particolare in occasione dei naufragi.

Gli organizzatori ringraziano anche la giuria che ha valutato ogni carattere “non cronometrabile” della manifestazione. Il presidente, il giornalista Massimo Brusasco e gli altri componenti: il regista Max Biglia, la speaker radiofonica e giornalista Laura Gobbi, la cantante e presentatrice Selena Bricco e il disegnatore e fumettista Michele Melotti. Cercare un vincitore, in una kermesse che volutamente mette al bando l’agonismo, è sbagliato. Allora, prima di elencare i premiati, è importante sottolineare che tutti i partecipanti hanno ricevuto omaggi già al momento della loro iscrizione. Particolarmente apprezzate, e vero “biglietto da visita del territorio”, sono state le bottiglie del concorso enologico “Il Torchio d’Oro” offerte dal Comune di Casale.

Alcune barche hanno ben galleggiato. Diverse sono affondate a pochi metri dal via, altre a un colpo di remo dal traguardo. Solo per il fatto di essersi voluti mettere in gioco, tutti i partecipanti, senza retorica, sono da considerarsi in egual misura degni della vittoria.

Tra navi pirata, aeroplani, navicelle spaziali, bare, case galleggianti, slitte natalizie, asini galleggianti, dragoni, polli, galline, bottiglie di vino e auto di vario genere, con alcuni partecipanti particolarmente “agèe” e altri molto giovani, come le piccole Greta e Giada, di dieci e undici anni, questi sono stati i premiati dell’edizione 2016.

Migliori tempi di percorrenza: 1° Origami, 2° Il Lupo e la Lupetta di Po, 3° Costa Fatica.

Imbarcazione più bella: 1° I Pirati del Po, 2° Il Lupo e la Lupetta di Po, 3° Noi Insieme per Chernobyl.

Imbarcazione più originale: 1° Pourquoi Pas, 2° Tanto Spirito Reschiutim 3° Dugong Dugon.

Imbarcazione più brutta: 1° Banda Freedom, 2° Troppo Belli, 3° Natante Gnorante.

Equipaggio più simpatico/Migliori Travestimenti: 1° Banana Joe, 2° Grignolino Boys, 3° Veliero Templare.

Miglior Show/Performance: 1° Enterprise dal Munfrà, 2° Stupui, 3° Zombie Nation.

Tempo di galleggiamento minore: Brut e Bon.

Equipaggio proveniente da più lontano: Che Pacchia (Varese, Milano, Piacenza).

Equipaggio tutto in rosa: 1° Un Po di Natale, 2° Galline sul Po, 3° Che Pacchia.

A giorni saranno pubblicate sul sito www.amicidelpocasale.it le gallerie fotografiche dei due “Potografi” ufficiali: Sara Marello e Guido Strambio.

REDAZIONE

polizia

Novara, marocchino uccide compagna italiana a coltellate dopo discussione

NOVARA 22 LUG – Una donna italiana è stata uccisa a coltellate dal compagno marocchino a Novara dopo una lite. Il fatto di sangue è  accaduto oggi pomeriggio nel centro di città, in corso Cavour. La tragedia sarebbe scaturita dopo una violenta discussione:  dalle parole, l’uomo è passato ai fatti, afferrando un coltello e colpendo senza pietà la donna. La vittima ha avuto la forza di scendere in strada, nell’affollato corso pedonale, per chiedere aiuto: le ferite, però, non le hanno lasciato scampo ed è morta all’arrivo dei soccorsi. Sul posto anche la Polizia, che ha arrestato il marocchino.

Redazione

Renzo Arbore-1

Asti Musica chiude in bellezza con Arbore. Il sindaco: ‘Bilancio molto positivo’

ASTI 21 LUG –  Le note di Reginella suonano e la gremitissima (circa 2000 persone) Piazza Cattedrale vibra di emozione. Solo l’inizio per un concerto di tre ore che ha divertito, emozionato, caricato. Uno splendido Renzo Arbore dall’alto dei suoi 79 anni portati con grande eleganza e ironia, supportato dalla sua storica Orchestra Italiana, ha incantato i momenti finali della 21 ^ edizione di Asti Musica. Ha ballato il pubblico festante con i grandi classici della musica napoletana e con i cavalli di battaglia del cantante foggiano con Napoli nel cuore. Cacao Meravigliao, ma la notte no, gli omaggi a Murolo, Carosone, Totò, non è mancato un fumoso accenno jazz con saluto a Paolo Conte. Ancora emozioni con i mandolini e Nessun dorma.Lascia molto spazio alla sua band, con grande rispetto e intelligenza. Sono bravi e lo meritano.Non manca l’ironia “Ieri sera, ha detto, sono andato in via Cavour e mi sono fermato a parlare. Mi hanno detto, anche qui, cose come: ma lo sa che lei fa più impressione da vivo?”. Gran finale con il pubblico tutto in piedi. Unico cuore, unico palco.

Ieri sera il festival (voluto da Comune e Asp con il supporto di Banca C.R. Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Iren, AEC, Energrid, La Stampa) dopo quattordici concerti ha spento i riflettori con la finale di Asti Live Band Music Contest venti gruppi emergenti si sono sfidati sotto la regia dell’Associazione M.e.T.A.

Il concorso, promosso dalla Confartigianato per il 70° di fondazione, non si fermerà alla prima edizione e tornerà il prossimo anno.Ecco i vincitori.

Cover band junior: Free sound, Castagnole Lanze (premio in denaro). La formazione (Sanela Vasileva, Antonio Rondinelli, Andrea Bianco, Mario Bassino, Mattia Colombaro) è stata premiata da Massimo Cotto, direttore artistico di Astimusica

Cover band senior: Soul Power, Asti (premio in denaro). Ha consegnato la targa al gruppo (Andrea Caldi, Giulia Rossi, Beppe Peccheneda, Lucio Zaninotto, Franco Olivero, Roberto Bazzano, Mauro Tagliatti, Franco Bogliano, Daniele Pasciuta, Corrado Schialva, Giancarlo Bottino, Oscar Casavecchia) il presidente di Confartigianato Biagio Riccio.

Categoria inediti: The Swede, Asti (produzione discografica SB Record e realizzazione di un video clip professionale). A nome della giuria Gianluca Guzzetta ha premiato la band (Fabio Delcrè, Andrea Camerano, Matteo Grasso, Flavio Ritelli).

La serata, resa allegra dal comico e cabarettista Gianpiero Perone, è stata chiusa dal sindaco Fabrizio Brignolo. ‘Si chiude quindi questa ventunesima edizione con un bilancio molto positivo – dichiara il primo cittadino di Asti  – con Comune e Asp che già guardano all’edizione 2017. Circa 5000 gli spettatori paganti e il 7 settembre si recupera il concerto di Ezio Bosso. Molte idee in cantiere per l’edizione 2017.  Così il direttore artistico Massimo Cotto:”Occorre concentrare il programma su sole dieci serate, cinque grandi concerti a pagamento e altrettanti gratuiti.” Gli fa eco la presidente dell’Asp Giovanna Beccuti:  “Far crescere la manifestazione, disseminandola di eventi durante l’anno. Gli spettatori paganti, ha confermato il direttore organizzativo Gianluigi Porro, sono stati circa 5000 (di cui 2000 al concerto di Arbore e l’Orchestra Italiana), cui si aggiungono quelli ai concerti gratuiti.In 1200 hanno ascoltato Capossela, mentre per Rocco Hunt sono entrati in 600 e in 1000 hanno applaudito Al Bano. Poi ci sono i 600 spettatori che hanno tenuto i tagliandi per Ezio Bosso, che recupererà la serata persa a luglio il 7 settembre al Teatro Alfieri (in cinquanta hanno chiesto il rimborso)”.

Il sindaco Fabrizio Brignolo ha rimarcato che “sarebbe bello uscire da piazza Cattedrale, a fine concerto, e camminare in un centro storico senza auto per raggiungere gli altri luoghi di festa. Ne guadagnerebbero l’atmosfera e il piacere di sentirsi in una città più fruibile. Mettiamo anche questo – ha concluso tra gli impegni della prossima edizione”. Menzione speciale anche al concorso “Premio d’autore Città di Asti organizzato dall’associazione Elinor che, tra i ventisei artisti partecipanti ha incoronato Elisabetta Gagliardi con il brano “Una volta sola”. Sarà lei a volare a New York al Festival della canzone italiana.

B.M.

 

motori m

Domenica a Susa ‘Motori Montani’, quando passione auto e solidarietà marciano insieme

SUSA 21 LUG – Domenica 24 Luglio 2016 si riaccendono i motori della, ormai tradizionale, manifestazione di sport e solidarietà “Motori Montani – Quando solidarietà e passione corrono insieme“. La manifestazione, giunta ormai alla 12° edizione, quest’anno propone grandi novità; sarà infatti ospitata nella struttura di “Motor Oasi Piemonte” a Susa e vedrà la partecipazione di un nutrito gruppo di vetture. Come nelle passate edizioni,  uno dei fini della manifestazione sarà quello di avvicinare, ovvero di far provare a ragazzi diversamente abili, le sensazioni e le emozioni della guida “sportiva” su un’auto da rally; sensazioni che, per ovvi motivi, sarebbero negate a tutti loro nella quotidianità. Ovviamente, trattandosi di una manifestazione a scopo sociale e non sportivo l’andatura sul “campo di gara” simulato è rigorosamente “turistica”. Ciò, però, nulla toglie all’emozione di salire su un’auto da gara. Come detto l’idea nasce nel 2005 e subito ha riscosso un grande successo a livello di partecipazione. L’associazione Audido di Alpignano, contattata a tal proposito, ha risposto con entusiasmo portando sul “campo di gara” un gran numero di “aspiranti navigatori”. Nel 2006, a seguito del successo della prima edizione, all’associazione Audio si è aggiunta l’associazione “Oasi” di Novara. Nel 2007, dopo le prime due edizioni, la manifestazione si è trasferita da Moncenisio a Gravere, una collocazione più ampia cha ha permesso di aumentare, fin da subito, il numero di auto presenti e il numero di partecipanti. Nel 2008 si sono aggiunte l’associazione “Famiglie e volontari per l’handicap” di Carmagnola, l’associazione “Casa decibel” di Pianezza ed un gruppo di disabili segnalati dal Conisa Valsusa. Nel 2009 abbiamo raggiunto un parco di 18 Vetture e oltre 300 partecipanti che hanno condiviso con noi la grande giornata che, come novità dell’anno, ha visto la somministrazione, altre al solito pranzo del mezzogiorno anche una “merenda sinoira” con opportuno sottofondo musicale. Nel 2010 alla manifestazione abbiamo aggiunto, durante la mattinata, il primo torneo di calcio “motori montani” dove ragazzi diversamente abili, ragazzi normodotati e piloti si sono sfidati su un campo “alternativo” a quello solito di gara. Nel 2011 la manifestazione si è svolta sempre presso il Comune di Gravere, mantenendo inalterato il consolidato programma rispetto all’edizione 2010, ha raggiunto la partecipazione di 24 vetture. In allegato trasmettiamo una breve rassegna stampa della giornata. Nel 2012 la manifestazione si è svolta con lo stesso format degli anni precedenti, raggiungendo le 28 vetture partecipanti. Nel 2013 ulteriore step evolutivo; sono state inserite una serie di novità che vanno dalla presenza di un simulatore di guida virtuale al simulatore di ribaltamento e urto frontale messi a disposizione da Motor Oasi Piemonte Nel 2014 la manifestazione passa a due giorni; grazie alla collaborazione del Gruppo Alpini di Giaveno il coinvolgimento delle associazioni di diversamente abili inizia dal sabato, con musica e intrattenimento, tendone per ospitalità da 200 posti che offre la possibilità di cenare in allegria Nel 2015 è stato ripetuto lo stesso format del 204, ovvero una “due giorni”, sempre coadiuvati dal Gruppo Alpini di Giaveno.
Il 2016 propone una serie di grandi novità; Motori Montani cambia volto, si trasferisce a Susa, presso l’impianto di Motor Oasi, per una giornata a “Tutto Motore”, dove i ragazzi delle associazioni diventeranno “navigatori per un giorno” a fianco dei piloti, su un tracciato ricavato all’interno della pista di guida sicura e gli accompagnatori / amici potranno dilettarsi con l’intrattenimento offerto dall’organizzazione. E’ prevista la partecipazione, in forma ufficiale, con un evento dedicato, del Lancia Delta One Club.  
Per tutte le info sulle edizioni precedenti esiste una pagina facebook “Motori Montani”. L’evento nasce sull’unione di intenti tra l’abilità e la professionalità dei piloti appartenenti alla scuderia “Valsusa Motor Team” e la genuina passione dei ragazzi diversamente abili (in maggioranza autistici e down) appartenenti alle associazioni coinvolte e la partecipazione del gruppo di volontari che, da sempre, organizza e coordina la giornata.

Redazione