tormenta

Maltempo, autista polacco bloccato per 3 giorni sul Colle dell’Agnello

CUNEO  29 FEB – E’ rimasto bloccato per quasi tre giorni sul suo furgone semisommerso dalla neve sui tornanti della  strada che porta in Francia dal valico del Colle dell’Agnello, a quasi 2.800 metri, chiusa nel periodo invernale. Protagonista della pericolosa avventura un camionista polacco, portato oggi in salvo dalle squadre del Soccorso Alpino. Era stato lo stesso uomo, venerdì, a dare l’allarme, ma non aveva voluto lasciare il mezzo, ed ha preferito passare due notti al freddo, a 2.100 metri di altitudine. I Carabinieri di Pontechianale hanno chiesto l’intervento del Soccorso Alpino: 11 uomini ed un cane oggi hanno raggiunto il camionista riportandolo a valle.

Redazione

sardinia

neve

Maltempo, tradegia a Limone Piemonte (CN): crolla un tetto, muore 50 enne di Novara

TORINO 29 FEB – Una tragica fatalità ha tolto la vita ad una donna 50 enne di Novara, N. O., a Limone Piemonte (CN) : un lastrone di neve che si è staccato dal tetto trascinando pietre l’ha colpita e le ha fratturato il cranio. La vittima era appena uscita dalla casa di riposo di via Ospedale 1 dove prestava servizio per conto di una cooperativa. Inutile ogni tentativo di rianimazione da parte dei sanitari.

Redazione

sardinia

Pellice 2011

Maltempo: straripa rio a Mondovì (CN), molti allagamenti

MONDOVI’ (CN) 29 FEB – Le forti piogge delle ultime 48 ore hanno causato allagamenti nella notte nelle zone periferiche fra via Cuneo e la frazione S. Anna a Mondovì (CN). È straripato il rio Bozzolo invadendo la strada che porta alla frazione ed allagando prati, cantine e garage delle numerose abitazioni della zona. Sul posto vigili del fuoco, volontari della protezione civile, carabinieri e polizia municipale. La situazione si è andata normalizzando nel corso della mattinata. Segnalazioni di disagi e allagamenti anche a Villanova Mondovì e nel rione Altipiano di Mondovì.

Redazione

sardinia

pragelato

Maltempo, per slavine isolati alcuni paesi di montagna nel cuneese

CUNEO 29 FEB – La forte nevicata che in queste ore sta interessando molte zone del cuneese sta causando disagi in alcune frazioni di montagna. In val Maira una slavina ha ostruito la strada del Preit di Canosio, mentre in valle Stura si registra la situazione più critica, con una valanga che ha bloccato la provinciale verso Sant’Anna di Valdieri, isolando le borgate di San Lorenzo, Sant’Anna e Desertetto, dove risiedono una trentina di persone. Isolate anche le linee telefoniche ed elettriche. In tutta la provincia di Cuneo sono decine gli interventi dei vigili del fuoco e della protezione civile registrati nelle ultime ore. Su tutto l’arco alpino cuneese il rischio valanghe è a livello 4 (forte). Critica la situazione anche in pianura dove le precipitazioni hanno provocato l’esondazione dei corsi d’acqua minori. Chiusi il colle della Maddalena da Argentera al confine con la Francia e il valico del Tenda.

Redazione

sardinia

snow

Maltempo in attenuazione sul Piemonte, resta l’allerta valanghe

TORINO 28 FEB – Continua l’azione della perturbazione che sta interessando la nostra regione dalla giornata di ieri.  Le precipitazioni registrate nelle ultime 24 ore sono moderate, diffuse su tutta la regione, con valori localmente forti sulle zone pedemontane. La quota delle nevicate si attesta tra i 1000 e i 1300 m rispettivamente sui settori sud e nord dell’arco alpino piemontese. Gli apporti di neve fresca cumulata nelle ultime 24 ore sono intorno ai 50-70 cm sul settore settentrionale e ai 30-50 cm su quelli occidentale e meridionale. Si registrano 5-10 cm sulle zone pedemontane del cuneese. Le precipitazioni saranno in intensificazione dal tardo pomeriggio di oggi con valori fino a moderati, localmente forti, a ridosso di Alpi Marittime e Liguri. Una generale attenuazione dei fenomeni è attesa dalla tarda mattinata di domani.

Il centro funzionale comunica che permane l’allerta gialla per neve sul settore occidentale e sul cuneese a causa delle precipitazioni attese dal pomeriggio, con quota delle nevicate intorno ai 1000 m sul cuneese e ai 1300 m altrove. La quota delle nevicate rimarrà stazionaria. Tra gli effetti sul territorio a seguito delle forti piogge si segnalano una frana sui binari della linea ferroviaria Biella-Novara, tra Cossato e Rovasenda, con deragliamento de treno regionale 4835, da Biella verso Novara senza conseguenze per i passeggeri, il crollo di alcuni massi sulla carreggiata stradale nel Comune di Armeno (NO) ed una sospensione del traffico ferroviario tra Bra e Cavallermaggiore sulla linea Cavallermaggiore-Alessandria.La neve potrà causare ulteriori disagi alla viabilità con locali interruzioni nella fornitura dei servizi sul settore sudoccidentale del Piemonte, in particolare nelle aree montane.
Nelle aree interessate dalle nevicate si raccomanda di limitare gli spostamenti e di prestare la massima prudenza nella guida di autoveicoli. Si invita a consultare con attenzione le indicazioni sui comportamenti di prevenzione e di autoprotezione

La Protezione Civile regionale passa dalla fase operativa di preallerta a quella di attenzione, mantenendo costante la sorveglianza su eventuali fenomeni di dissesto/disservizio sul territorio regionale. Dalle h 16.00 odierne sarà chiusa la Sala Operativa Regionale e sarà attivato il servizio di reperibilità.

Redazione

sardinia

maternita

Complice il maltempo, bimbo nasce in casa in Val Formazza (VCO)

FORMAZZA (VCO) 27 FEB – Nonostante il maltempo, Alessio è nato e sta bene. Mamma Eleonora non ce l’avrebbe fatta ad arrivare in ospedale in tempo, così il piccolo, un bel bimbo di 2,7 chili, è nato in casa, come era normale in tante parti d’Italia anche soltanto nel primo dopoguerra. Alessio è nato a Valdo, frazione del Comune di Formazza, 440 abitanti, il paese più a nord del Piemonte, a 1200 metri in alta Ossola. Il bimbo è nato stanotte tra le montagne, in quel piccolo paese walser di Formazza che dista 40 chilometri da Domodossola, dove c’è l’ospedale. La famiglia di Alessio, a causa della distanza e soprattutto del maltempo, ha fatto questa scelta coraggiosa, fare nascere il figlio in casa. Alessio è nato alle tre mentre pioveva e nevicava in alta valle Formazza. Ad aiutare il papà Roberto Sgarbi e mamma Eleonora Samonini i familiari e i volontari del locale pronto soccorso del paese. Mamma e bimbo stanno bene. 

Redazione

sardinia

snow

La Regione conferma l’allerta meteo per pioggia, neve e valanghe

TORINO 27 FEB – La profonda depressione ha fatto il suo ingresso sul Mediterraneo apportando le prime precipitazioni sul Piemonte. Le precipitazioni registrate nelle ultime 12 ore sono deboli e diffuse con valori localmente moderati sulle zone pedemontane settentrionali e nord-occidentali, con quota delle nevicate tra i 600 e 800 m sui settori nord e 400-600 m sui settori meridionali. Gli apporti di neve fresca accumulata nelle ultime 24 ore sono intorno ai 30-35 cm sul settore settentrionale e 20-30 su quello occidentale e meridionale.  Il Centro funzionale comunica che permane l’allerta arancione per neve sul settore occidentale e sul Cuneese a causa degli ingenti quantitativi attesi dal pomeriggio, con quota delle nevicate intorno ai 400-500 m. Sono attesi apporti nevosi tra 80 e 100 cm di neve nelle prossime 24 ore sulle zone montane, con valori localmente superiori dalle Alpi Graie alle Alpi Liguri. Sulle pianure del cuneese si avranno fino a 30-40 cm di neve. Allerta gialla per pioggia sul resto del Piemonte ad eccezione della zona dello Scrivia. La quota delle nevicate sarà in aumento nella giornata di domani fino ai 1000-1100 metri, ma le precipitazioni saranno ovunque intense nella mattinata sulle zone pedemontane tra torinese e verbano, mentre dalle ore pomeridiane linteresseranno maggiormente le zone pedemontane di Torinese e Cuneese.

La Protezione Civile regionale passa dalla fase operativa di attenzione alla fase operativa di preallerta, provvedendo all’apertura della sala operativa. Il Centro Funzionale Regionale continua a svolgere, per tutta la durata dell’evento, l’attività di previsione e monitoraggio dei fenomeni. La neve potrà causare disagi alla viabilità con locali interruzioni nella fornitura dei servizi sul settore sudoccidentale del Piemonte, in particolare nelle aree montane.

Nelle aree interessate dalle nevicate, si raccomanda di limitare gli spostamenti e di prestare la massima prudenza nella guida di autoveicoli. La pioggia nella giornata di domani potrà determinare locali allagamenti e un incremento dei livelli dei rii minori. Si invita a consultare con attenzione le indicazioni sui comportamenti di prevenzione e di autoprotezione www.regione.piemonte.it/protezionecivile/index.php/allertamento/cosa-fare-in-caso-di-allerta

I quantitativi di neve attesa determineranno un generale aumento del pericolo valanghe, che raggiungerà il grado 4 Forte ovunque nella giornata di domani. Si consiglia di seguire l’evoluzione degli eventi consultando gli aggiornamenti sui siti istituzionali www.regione.piemonte.it/protezionecivilewww.arpa.piemonte.it

Redazione

sardinia

revenant

”Revenant” in lingua originale con DiCaprio giovedì al ”Massimo”

TORINO 27 FEB – Per il  grande cinema in lingua originale il Museo del Cinema di Torino propone per giovedì 3 marzo, nella Sala 3 del Cinema Massimo,  il capolavoro del regista Alejandro González Iñárritu Revenant”. Protagonista della pellicola un grande Leonardo DiCaprio, in un viaggio simile a un’odissea, attraverso il grande e selvaggio West, da parte di un cacciatore di pelli ferito dall’attacco di un orso e ridotto in fin di vita. Il suo scopo è di trovare l’uomo che lo ha tradito. Un’epopea che sfida il tempo e le avversità, alimentata dal desiderio di tornare a casa e ottenere giustizia.

Orari 15.30/18.30/21.30

Prezzi 7.50/5.00/4.00 euro

Redazione

sardinia

polizia

Furti ad Asti, rubati 15 quadri del Seicento da villa

ASTI 27 FEB – Altro furto ieri pomeriggio nell’astigiano: a farne le spese questa volta  15 quadri del Seicento e argenteria preziosa, rubati da una villetta della zona residenziale della città di Asti. I ladri si sarebbero introdotti nella casa passando dal garage, quando nell’abitazione non c’era nessuno. Le indagini sono condotte dalla Polizia di Asti.

Redazione

 

sardinia

cc 1

Assalto armato in villa a Moncalvo (AT), banditi in fuga

ASTI 26 FEB – È caccia all’uomo  nell’Astigiano nei confronti dei quattro banditi che armati di pistola ieri sera hanno fatto irruzione nella depandance di una villa, in frazione San Bernardino di Moncalvo. I malviventi, col volto travisato, dopo aver suonato il campanello, si sono fatti aprire dal personale di servizio, minacciandoli con la pistola. Poco dopo  però i malviventi sono scappati facendo perdere le loro tracce e senza prelevare nulla. Sulla tentata rapina indagano i carabinieri di Asti e di Moncalvo.

Redazione

sardinia